Fiume. Distrutta la pensilina degli autobus in Delta

La stazione distrutta vicino al Delta. Foto: Facebook/Pamela Vrzić

Gli atti di vandalismo sono sempre più spesso all’ordine del giorno. Di recente siamo stati testimoni della deturpazione della facciata appena rifatta dell’ex Zuccherificio, ovvero dell’arco di una delle entrate nel complesso Benčić, accanto alla facciata principale dell’edificio, il quale era stato imbrattato con scritte in spray violetto. Poi è stata la volta dell’’installazione che doveva rappresentare la “mietitura della cultura” nell’ambito dell’interludio che precedeva il programma Fiume Cec 2020. Infatti, il covone di fieno, un’opera dell’artista accademico Ivan Kožarić, allestito in piazza della 128ª Brigata, era stato incendiato. Il giorno dell’inaugurazione di Cec 2020, era stata presa di mira la mostra delle bandiere che sventolarono a Fiume nel corso della storia, ovvero più precisamente quella con la stella rossa, simbolo della ex Jugoslavia.
L’ultimo “intervento” di questi soliti ignoti, è avvenuto nella notte, o nelle prime ore del mattino di mercoledì 18 febbraio: questa volta è stata presa di mira la pensilina degli autobus nelle immediate vicinanze del Delta. I vandali hanno distrutto completamente la parte in vetro e danneggiato le vetrine che di solito servono per affiggere i cartelli pubblicitari.

Facebook Commenti