Fiume. Demolita l’ultima casa in zona Calafati (foto)

Ruspa in azione per demolire l'ultima casa in zona Calafati

Uno degli ultimi baluardi degli antichi borghi fiumani ha perso la sua battaglia contro l’avanzare delle ruspe. La casetta fino ad oggi situata in via Primo maggio nel rione di Braida, contrassegnata dal civico numero 4, da tempo abbandonata e in pessime condizioni, e facente parte del complesso di edifici e officine fuori dalle mura cittadine e abitato nella storia dai maestri calafati (operai specializzati che facevano parte delle maestranze impiegate nelle costruzioni navali e nelle manutenzioni nautiche), è stata demolita su disposizione dell’amministrazione cittadina perché pericolante. Le prime case del borgo dei calafati furono abbattute nel 1996 in quanto pericolose per l’incolumità degli stessi inquilini e dei passanti. Con gli anni a venire tutto il complesso è stato sistematicamente demolito lasciando un ricordo ovvero uno spiazzo incolto. Rimaneva in piedi solo la casetta al civico 4 poiché intoppi burocratici ne avevano rimandato lo smantellamento. Risolti questi, la Città aveva indetto una gara pubblica volta alla demolizione, alla rimozione dei detriti e al livellamento del terreno. Quale sarà il futuro dell’area? Per ora nessuno lo sa anche se il lotto di terreno è appetibile agli imprenditori edili in quanto si trova praticamente in centro città, a ridosso del nuovo complesso culturale dell’ex Benčić.

Facebook Commenti