Fiume. Complesso Hilton: avanti a passo spedito

Sono attualmente in corso, a Costabella, i lavori d’assetto della passeggiata che attraverserà la zona del futuro resort

La vista che si presta dal complesso, ma anche dalla passeggiata, è spettacolare

La presenza dell’ancora costruendo resort di Costabella – che secondo gli ultimi risvolti dovrebbe aprire a inizio 2021 – ha contribuito a cambiare completamente la fisionomia di uno dei rioni periferici storici di Fiume. Sono in tanti a storcere il naso dinanzi a un cambiamento come questo, che lascia spazio al progresso a scapito però dell’aspetto naturale della zona, ma sono anche in tanti a sostenere questo tipo di interventi, che favorisce lo sviluppo del turismo di queste terre. E se in un primo istante questo progetto, per molti versi rivoluzionario, era stato accolto con parecchio malcontento, oggi, a circa due anni dall’inizio dei lavori, ci si è forse già un pochino abituati alla presenza del colosso. Anche perché il marchio che vi prenderà posto, il rinomato Hilton, non è certo cosa da poco e contribuisce ad innalzare il rating quarnerino in quanto a offerta turistica. Certo, l’apertura sarebbe già dovuta avvenire da tempo, in pompa magna, ma il nemico invisibile dal nome Covid-19, ha contribuito a mescolare le carte in tavola e a costringere l’esecutore a rinviare più volte la conclusione dei lavori. Tra intoppi di vario tipo, anche burocratici in termini di controllo tecnico, il complesso alberghiero Hilton, seppur quasi finito, non può per il momento aprire i battenti. Tutto, o quasi, è già pronto per accogliere il futuro personale e i primi turisti (beh, forse non ancora numerosi vista la stagione), ma a quanto pare per far sì che ciò succeda bisognerà attendere ancora un altro po’. Intanto, un breve giro d’ispezione ci è servito ieri per capire che una volta finito tutto, il risultato finale non sarà affatto così male, soprattutto la spiaggia, con tanto di piscine supermoderne, per la quale sono ancora in atto gli ultimi accorgimenti. Ciò che, però, rallegra di più è forse la futura passeggiata, che dal lungomare in Bivio passa attraverso il complesso Hilton e prosegue fino a Preluca. I lavori sulla stessa sono in pieno svolgimento e una volta finiti, contribuiranno indubbiamente ad abbellire il tutto. La zona tornerà così a essere accessibile ai cittadini (e non invece interdetta, come si temeva inizialmente), che potranno tornare a godere della vista sul mare, ma anche sulla nuova infrastruttura balneare.

La futura spiaggia del resort di Costabella

Il progetto, ricorderemo, consiste in un albergo a 5 stelle suddiviso in due strutture separate disposte su 6 piani, con 280 camere, tutte rigorosamente con vista mare, collegate da una rete di 13 ascensori, per un totale di 560 posti letto; una suite presidenziale di tre piani; una piscina esterna di 45 metri con acqua di mare, un’altra interna di 28 metri collegata a una grande vasca idromassaggio e altre tre riservate ai bambini; un ampio centro benessere di oltre 4.000 metri quadrati, un centro fitness di 1.000 metri quadrati; quattro ristoranti (di cui uno VIP situato all’ultimo piano), sei bar; una spiaggia privata lunga 250 metri affiancata da un ampio lungomare, tre moli, di cui uno riservato a barche e moto d’acqua che si potranno affittare; due garage da 160 posti. Vi basta?

Presto i lungomare riaprirà ai cittadini

Facebook Commenti