Fiuman e Fiumanka. Città da bere

Inaugurata in Corso la Fiera dei prodotti autoctoni regionali: curiosità per il liquore

il liquore prodotto dalla ditta Suza di Bregi, che porta il nome Fiuman e Fiumanka. Foto Goran Kovacic/PIXSELL

Come tradizione vuole, è ritornata in Corso la Fiera dei prodotti autoctoni regionali organizzata dal Centro della Regione litoraneo-montana per l’agricoltura e lo sviluppo rurale. Lo scopo è quello di sostenere e promuovere i piccoli agricoltori, le aziende a conduzione familiare e gli imprenditori nel settore dei prodotti genuini e autoctoni. La produzione stagionale verrà presentata fino al 20 settembre. Una decina i produttori diretti che offrono i loro prodotti, tra frutta e verdura ecologica, marmellate, sciroppi a base di erbe medicinali, formaggi, olio d’oliva, miele e insaccati. Il prodotto che suscita sicuramente più interesse è il liquore prodotto dalla ditta Suza di Bregi, che porta il nome Fiuman e Fiumanka. Si tratta del primo liquore fiumano ispirato, come detto dai produttori, dalla lunga e variegata storia della città e del suo folclore. Il liquore Fiuman, che rappresenta la parte maschile dei cittadini, viene presentato mediante la fusione di 12 piante spontanee che crescono nel Quarnero. Quello intitolato Fiumanka, e dedicato al gentil sesso, ricorda un po’ le ricette antiche delle nostre nonne, ed è stato fatto a base di Terrano e macerati di frutta. Due prodotti che sicuramente diventeranno uno dei souvenir più richiesti. La Fiera è aperta ogni giorno dalle ore 9 alle 17.

Facebook Commenti