Filipović e Komadina: «Progetti chiave? Sarà continuità»

Peđa Grbin, leader dell’SDP nazionale, è giunto a Fiume per sostenere i candidati sindaco e presidente della Regione

Zlatko Komadina, Marko Filipović e Peđa Grbin

La campagna elettorale è agli sgoccioli e ieri Peđa Grbin, presidente dell’SDP nazionale, è giunto a Fiume per sostenere Marko Filipović e Zlarko Komadina, rispettivamente candidati a sindaco e presidente della Regione al ballottaggio di domenica 30 maggio.

 

“Il 16 maggio abbiamo fatto il primo passo a Fiume e in Regione e il 30 faremo il secondo; un passo a favore della tolleranza, della libertà, di una Città e di una Regione aperte. Qui tutti sono benvenuti e per esserlo anche in futuro gli elettori sono invitati a votare Marko Filipović come sindaco e Zlatko Komadina come presidente della Regione. Conosco Komadina da vent’anni e sono sicuro che non è affatto stanco, anzi in questi giorni mi sembra più rilassato e riposato che negli ultimi 15 anni”, ha detto Grbin.

Breve e conciso l’intervento del presidente uscente della Regione. “Ringrazio gli elettori che mi hanno dato fiducia al primo turno delle elezioni e sono convinto che al ballottaggio i risultati saranno migliori e che riusciremo a parare i colpi che arrivano dall’HDZ e dalla lista indipendente, a eleggere Marko Filipović sindaco e a riconfermare me alla guida della Regione”, ha affermato Komadina.

”Al primo turno delle elezioni abbiamo ricevuto il sostegno del 30 p.c. degli aventi diritto al voto e sono sicuro che domenica questa percentuale risulterà più alta. In questo modo potremo proseguire con l’attuazione del nostro programma, in primo luogo rafforzando l’economia, potenziando il collegamento stradale con la città e migliorando la qualità di vita nella comunità attraverso la cultura, lo sport e le politiche sociali. In questo abbiamo sempre primeggiato”, ha esordito Filipović. “Negli ultimi otto anni siamo riusciti ad attirare e sfruttare i Fondi europei per importanti investimenti, il 30 per cento del Bilancio ha riguardato proprio questi finanziamenti. Nei prossimi quattro anni l’aspetto di Fiume cambierà notevolmente, soprattutto osservando la città dal mare. Sono stati realizzati importanti investimenti nel turismo con l’imminente apertura del Resort Hilton a Costabella, costato 105 milioni di euro, è stato scelto il concessionario per il marina di Porto Baross. Fiume è il maggiore porto del Paese, lo è stato in passato e lo sarà anche in futuro: è stato scelto pure il concessionario per Riva Zagabria. Sono investimenti che nei prossimi quattro anni rafforzeranno l’economia e questa per noi sarà una priorità. Sono soddisfatto di avere vinto in 33 Comitati di quartiere, con il sostegno di oltre un terzo degli elettori. Non ho dubbi, a conferma di tutti i sondaggi, che da lunedì sarò il nuovo sindaco di Fiume. Auguro lo stesso a Zlatko Komadina, a favore della continuità nell’attuazione di progetti validi. Auspico una buona collaborazione con la Regione, anche perché molti importanti progetti regionali riguardano il capoluogo quarnerino. Lo stesso vale per i sindaci dell’Anello fiumano, con i quali intendo intensificare la collaborazione soprattutto per quanto riguarda i progetti legati all’Agglomerato urbano. Per questi motivi invito gli elettori a recarsi alle urne, per potere dare un nuovo ritmo alla nostra città”, ha concluso Filipović.

Facebook Commenti