È messa in sicurezza delle spiagge di Pećine

Le pareti rocciose sopra Glavanovo e Sablićevo, «ripulite» dalla vegetazione per dare spazio alle reti protettive

0
È messa in sicurezza delle spiagge di Pećine
I dipendenti dell’azienda Octopuss intenti nella collocazione di reti protettive... Foto: GORAN KOVACIC/PIXSELL

Sablićevo e Glavanovo, due tra le principali spiagge di Pećine. sono in queste ultime settimane dei cantieri a cielo aperto. I cittadini lo possono notare e c’è chi si preoccupa, a torto o a ragione. Che cosa sta succedendo? I commenti sulle reti sociali sono intonati, talvolta, in modo molto critico. Si parla di “massacri” di piante. In base a ciò che impongono le leggi, in questo caso quella sul Demanio marittimo, gli enti locali devono occuparsi anche della bonifica delle pareti rocciose che, potenzialmente, possono minacciare i bagnanti. In funzione della messa in sicurezza delle rocce che sovrastano le spiagge di Sablićevo e Glavanovo, sono in corso i lavori di bonifica che prevedono, tra l’altro, il taglio di alberi le cui radici sono all’origine della destabilizzazione del terreno. Dal Dipartimento per gli affari comunali della Città di Fiume ci viene spiegato che si tratta di misure indispensabili per evitare che dalle pareti rocciose possano cadere terriccio o, peggio ancora, dei sassi. Per i bagnanti ci sarà la brutta sorpresa di non avere più il posto all’ombra a cui era abituato, ma la sicurezza, come sottolineano le autorità cittadine, è al primo posto.

…per evitare la caduta di terriccio, o peggio, sassi sulle spiagge sottostanti.
Foto: GORAN ŽIKOVIĆ

Oltre agli alberi, sono state estirpate o tagliate molte piante spontanee, che dopo la messa in sicurezza delle rocce torneranno a crescere. Per la bonifica non vengono utilizzati né il cemento né i diserbanti. “La manutenzione – precisano gli organi cittadini –, è un obbligo e a questo scopo nel 2022 sono stati stanziati 250.000 euro per mettere in sicurezza le spiagge prima dell’inizio della stagione balneare”. Oltre alle due spiagge, si stanno svolgendo i lavori alla via d’accesso a una terza, quella sotto Villa Olga. Viene precisato, inoltre, che gli alberi rimossi, a causa delle piogge e del vento, rappresentavano un serio rischio perché si sarebbero potuti abbattere sulle spiagge.

Tutti i diritti riservati. La riproduzione, anche parziale, è possibile soltanto dietro autorizzazione dell’editore.

L’utente, previa registrazione, avrà la possibilità di commentare i contenuti proposti sul sito dell’Editore, ma dovrà farlo usando un linguaggio rispettoso della persona e del diritto alla diversa opinione, evitando espressioni offensive e ingiuriose, affinché la comunicazione sia, in quanto a contenuto e forma, civile.

No posts to display