Draga di Moschiena. Villa Albina torna a risplendere

Uno dei più eleganti edifici della località quarnerina è stato restaurato

Villa Albina dopo il restauro durato 18 mesi

Villa Albina, uno dei più antichi ed eleganti edifici del nucleo storico di Draga di Moschiena, è tornata a risplendere dopo un restauro durato 18 mesi. Per celebrare la fine dei lavori, il nuovo proprietario, l’immobiliarista austriaco Franz Fürst, ha organizzato un ricevimento per “sdebitarsi” con il sindaco, nostro connazionale, Riccardo Staraj, con gli esecutori dei lavori e con i progettisti per il sostegno che non hanno fatto mai mancare. Inoltre, Fürst ha aperto le porte della sua proprietà anche a tutti coloro i quali desideravano “sbirciare” all’interno di Villa Albina. Un’occasione che numerosi vicini di casa, residenti e ospiti della pittoresca località quarnerina non si sono lasciati sfuggire. Anzi, molti di loro hanno colto l’occasione per chiedere qualche consiglio a Fürst, ma anche al sovrintendente e al coordinatore dei lavori di ristrutturazione dell’immobile, rispettivamente Nevio Premuš e Drago Klaić.
Nel progettare il restauro dell’edificio, situato in riva al mare, letteralmente a quattro passi da Casa Betty, sede della locale Comunità degli Italiani, l’ospite austriaco, che si è attenuto in modo rigoroso alle raccomandazioni dei conservatori, ha voluto dividere idealmente in due parti la Villa. Al pianoterra e al primo piano sono stati realizzati in totale quattro spazi destinati a essere affittati ai turisti. Al secondo piano e nel sottotetto, il proprietario ha sistemato il suo appartamento personale. “Lavoro nel campo immobiliare, ma per me questo non è un investimento dettato dalla logica del business. Questo è un regalo che ho voluto concedermi dopo aver scoperto la bellezza di questo territorio”, ha dichiarato Fürst. A sua volta, il sindaco Staraj ha ringraziato l’investitore per aver contribuito a rendere ancora più bella Draga di Moschiena, ristrutturando una villa storica nel rispetto della tradizione, ma anche per aver contribuito a un ulteriore salto qualitativo dell’offerta turistica.

Facebook Commenti