Domani inizia la Festa patronale

Goran Kovacic/PIXSELL

Le celebrazioni per la Festa di San Vito, il Santo patrono di Fiume assieme a San Modesto e Santa Crescenzia, inizieranno ufficialmente domani. Alle ore 18, davanti alla Cattedrale che porta il nome del Santo, verrà innalzato lo stendardo con la partecipazione della Banda d’ottoni di Tersatto. Il triduo di preghiere quest’anno verrà dedicato alla famiglia, ai giovani e alle vocazioni spirituali. Subito dopo la funzione religiosa nella Cattedrale, alle ore 19 avrà luogo il concerto di musica spirituale del coro “Sempre Allegro”.
Nell’ambito della Settimana della cultura italiana, organizzata dalla Comunità degli Italiani, a Palazzo Modello (ore 18) è in agenda la serata dedicata al dialetto fiumano intitolata “Ricordando la maestra Liviana”, con la partecipazione dei bambini delle quattro scuole elementari italiane, della Filodrammatica giovani, di Franzelin e Carleto e del coretto “Fioi come noi”. Seguirà la presentazione della pubblicazione “Poesie e filastrocche in dialetto fiumano”, realizzata dai gruppi italiani degli asili di Fiume e curata da Lorena Sisso. Alle ore 18.30 si svolgerà la prima visita guidata con tema “I toponimi delle vie della cittavecchia nei secoli passati”, che inizierà davanti alla chiesa dell’Assunta, con relatore Theodor de Canziani.
In serata, al Teatro nazionale croato Ivan de Zajc avrà luogo l’Assemblea solenne del Consiglio cittadino con l’assegnazione dei Premi città di Fiume. Ricordiamo che il Premio opera omnia andrà al connazionale Giorgio Surian, mentre tra i vincitori della Targa d’oro “Stemma della Città di Fiume” figurano Nadja Poropat e Bruno Petrali.
Alle ore 20, nel Parco archeologico gli interessati potranno partecipare alla conferenza “Rijeka o Fiume, il centenario della città (1919 – 2019)”.

Facebook Commenti