Costabella Un gioiello che sta prendendo forma

Goran Žiković

FIUME | Operai al lavoro, un continuo viavai di ruspe e mezzi pesanti, ma soprattutto sette imponenti gru che sovrastano l’area. Si presentava ieri così il cantiere di Costabella dove sta gradualmente prendendo forma il complesso alberghiero Luxury Resort&Spa. I lavori procedono spediti e la seconda fase, quella che prevede la costruzione vera e propria, è giunta a metà. Per il fondo ceco di investimenti JTH, proprietario della struttura, l’operazione comporterà un investimento vicino ai 60 milioni di euro, con il progetto che consiste in un albergo a 4 stelle disposto su 6 piani, con 198 stanze, tra cui 70 suite, 67 villette e una suite presidenziale, tutte rigorosamente con vista mare per un totale di 516 posti letto, una piscina olimpionica esterna, un’altra interna lunga 30 metri e collegata a una grande vasca idromassaggio, una terza riservata ai bambini, un ampio centro benessere, una spiaggia privata lunga fino a 200 metri, 3 pontili e un porticciolo destinato al noleggio di barche, un garage sotterraneo, una decina tra bar e ristoranti, nonché tanti contenuti per adulti e bambini.

Ricadute sull’indotto

La conclusione della seconda fase dei lavori è prevista entro il prossimo maggio, dopodiché prenderà il via la terza e ultima fase, ovvero quella di dotazione e di rifinitura della struttura. Se non ci saranno intoppi, il resort accoglierà i suoi primi ospiti nella primavera/estate del 2020.
“Solamente mettendovi piede ci si rende conto delle dimensioni del progetto e dell’importanza che assumerà nella futura offerta turistica della città – ha sottolineato il sindaco Vojko Obersnel il quale, accompagnato dai suoi più stretti collaboratori e da alcuni rappresentanti della cordata di investitori, ha effettuato ieri un sopralluogo nel cantiere –. Quando il signor Trešnak (proprietario del fondo JTH, nda) mi aveva fatto vedere le prime bozze del modello del resort, non nascondo di essere rimasto un po’ scettico e non credevo che questo sarebbe stato così imponente. Sono felice di essere stato smentito e non posso che ringraziarlo per aver scelto proprio la nostra città per questo grande investimento. Si tratta dunque di un progetto fondamentale nell’ottica di un’ulteriore promozione di Fiume sotto il profilo turistico, senza tralasciare le ricadute che il complesso avrà sull’indotto, visto che l’albergo darà lavoro a 180 persone e sarà aperto 12 mesi all’anno”.

Innamorato del Quarnero

Il resort è dunque destinato a cambiare per sempre il volto di Costabella e a trasformarla in una zona ricettiva di alta categoria. Un autentico gioiello fortemente voluto da Jaroslav Trešnak, imprenditore ceco proprietario del fondo JTH, anch’egli presente alla visita.
“Attualmente è stato portato a termine un terzo del progetto, quindi c’è ancora tanto lavoro davanti a noi. Voglio comunque sottolineare l’ottima collaborazione e il dialogo che abbiamo con l’amministrazione cittadina. A questo proposito è stato molto importante riuscire a ottenere in tempi relativamente brevi tutti i permessi e le licenze necessarie”, ha detto Trešnak, il quale è particolarmente legato al Quarnero visto che, come ha ammesso, ci viene in vacanza da ben 35 anni.
Ricordiamo infine che il progetto era partito nel 2014 con la firma dell’accordo tra la Città di Fiume e la JTH, a cui la prima aveva ceduto il terreno di quasi 18mila metri quadrati per un valore complessivo di 33,8 milioni di kune.

Facebook Commenti