Con cuori e fiori contro il vandalismo

Basta una bomboletta spray, un po’ di fantasia e tanta buona volontà ed ecco che per magia scarabocchi e simboli nazisti si trasformano in cuori e fiori. È successo nel parco dinanzi alla Scuola elementare “Gelsi”, grazie all’impegno dell’insegnante di catechismo, Katica Dessardo, e degli alunni dell’ottava classe. Visto che alla “Gelsi” sono in corso i lavori di restauro della facciata, infissi e tetto, gli alunni non possono trascorrere il tempo libero o quello del riposo in cortile, ma usufruiscono del parco che si trova nelle immediate vicinanze.
“In queste bellissime giornate autunnali, i ragazzi sono spesso nel parco e hanno notato che lo scivolo e l’altra attrezzatura da gioco sono stati imbrattati con simboli nazisti, scarabocchi e scritte varie – spiega la direttrice della SE, Gloria Tijan –. In accordo con l’insegnante Katica Dessardo e con i genitori, hanno acquistato delle bombolette spray e durante le ore di catechismo si sono impegnati a trasformare questo obbrobrio in qualcosa di più bello e artistico. Le svastiche sono diventate dei cuoricini… e via dicendo”.
I lavori di restauro dell’edificio scolastico, invece, procedono come da programma. “Durante il fine settimana sono state sostituite le tegole in amianto con quelle in eternit, ovvero in fibrocemento. Per questo motivo oggi non ci sarà lezione. Le ore di lezione verranno recuperate in seguito”, ha dichiarato Gloria Tijan.
Ricorderemo che alla “Gelsi” i lavori hanno preso il via nell’ambito dei progetti cittadini cofinanziati dai fondi europei. Il totale dei costi dell’intervento ammonta a 2.643.771 kune, delle quali 655.091,83 verranno attinti dai Fondi europei. Si tratta di un intervento complesso, che dovrebbe venire terminato entro aprile del 2019. (pcm)

Facebook Commenti