Come diventare piccoli pirati per un giorno

Ivor Hreljanović

Nell’ambito del Festival del mare e delle tradizioni marinaresche del Quarnero, “Fiumare”, sabato mattina si è svolta la Giornata dei ponti aperti, durante la quale gli interessati hanno avuto modo di visitare le navi scuola “Vila Velebita 2” e “Kraljica mora”, e salire sul ponte di comando del Botel “Marina”. All’interno della “Vila Velebita” si è svolto tradizionalmente il seminario sulle professioni marinaresche. La mattinata ha preso il via con una dimostrazione di salvataggio in mare, organizzata dalla Facoltà e dalla Scuola media superiore di marineria, rispettivamente di Fiume e Buccari, che si è svolta nel porto fiumano. I membri del team hanno presentato di recente il loro sapere a Spalato nel corso dell’esercitazione congiunta “Adriatic 2018”.

Subito dopo, per gli alunni delle III e IV classi delle scuole elementari, è stato organizzato un laboratorio riguardante il codice di sicurezza in mare, il comportamento in mare e il come evitare catastrofi ecologiche. L’evento è stato presentato dalla Croce rossa di Fiume. Per i piccoli amanti delle barche a vela sono stati organizzati dei giri e gite panoramiche nel bacino portuale, in compagnia dei genitori, a bordo delle imbarcazioni tradizionali. Tanti i laboratori creativi dedicati ai più piccoli, organizzati dal Museo di Marineria e Storia del Litorale croato. Il pomeriggio è stato dedicato invece alla tradizionale regata delle barche a vela.   
Il programma di oggi prevede un interessante “gioco dei pirati” per i prescolari, intitolato “Butta l’ancora”. L’evento si terrà dalle ore 11 alle 12 nella Biblioteca per ragazzi “Stribor”. Nel Centro di cultura tecnica si potrà inoltre prendere parte a laboratori di modellismo navale, mentre nell’ambito delle Porte aperte della Facoltà di marineria, nel corso di tutta la giornata gli interessati avranno
modo di visitare le aule e i simulatori di navigazione di cui dispone l’istituto universitario e visitare le mostre “Titanic/Carpathia – 100 anni dopo”, “I giganti del mare, Jadrolinija”, “L’Accademia militare navale di Fiume 1866-1914” e “Nodi marinari”.

Facebook Commenti