CI Laurana: «L’anno appena iniziato porta speranza»

A colloquio con Igor Prodan, presidente della Comunità degli Italiani di Laurana

La sede della CI si trova al primo piano del palazzo

Un anno iniziato come tutti gli altri, che si è poi trasformato in una grande sfida. Inizia così il suo intervento, Igor Prodan, presidente della Comunità degli Italiani di Laurana, cui abbiamo fatto visita nella pittoresca località liburnica, per fare il punto sulle le attività passate e su quelle future che intende portare avanti il sodalizio in questo 2021. “Tutto faceva pensare che gli appuntamenti pianificati si sarebbero svolti come da programma. Per la nostra piccola Comunità avevamo in piano e siamo riusciti a realizzare, con la preziosa collaborazione del sodalizio fiumano, due mostre dei nostri autori connazionali, quella dei quadri di Valter Tripar e delle fotografie tematiche sugli scampanatori di Rucavazzo di Jerko Gudac, il tutto nella splendida cornice di Palazzo Modello. Poi il blocco, che ci ha visti sospendere tutte le attività per mesi. Con la riapertura abbiamo dovuto attenerci alle disposizioni antipandemiche per cui, tra le altre cose, non sono iniziati nemmeno i corsi d’italiano per bambini e adulti. Siamo riusciti a recuperare a settembre, dando nuovamente vita a questi appuntamenti molto seguiti, sempre nel rispetto delle misure epidemiche, predisponendo la presenza di piccoli gruppi, assicurando il distanziamento sociale e rimodulando il corso. Non potendo organizzare alcun evento musicale e culturale nella ricorrenza di San Giorgio, patrono di Laurana, in collaborazione con il Comune abbiamo organizzato un concerto di Mario Battifiaca, che si è svolto sulla piazza principale, e una mostra sui marroni e sull’alloro, di Vladimir e Jerko Gudac. Sempre in quel periodo abbiamo fatto una bellissima scampagnata educativa lungo il percorso della storica Parenzana”, racconta tutto d’un fiato Prodan.
Una novità riguarda il fatto che la CI di Laurana, durante la manifestazione “Autunno a Laurana” e nell’ambito della Sagra dei marroni, ha collaborato con la Società ricreativa sportiva “Alba” alla gara di trekking Marun trek tenutasi lungo i pittoreschi sentieri del Monte Maggiore.
“Un evento molto seguito dagli amanti di questa disciplina – ci racconta Fausto Abram, vicepresidente del sodalizio – che ha fatto conoscere la nostra Comunità a un contesto più ampio. Un’adesione, la nostra, possiamo dire, spontanea e realizzata dopo un colloquio con gli sportivi della società Alba”.
Purtroppo, a causa della situazione epidemiologica, in dicembre non si è potuto svolgere il tradizionale incontro conviviale dei soci e dei bambini del gruppo italiano dell’asilo di Laurana.
“Grazie al supporto finanziario del Comune e dell’Unione Italiana – spiega Prodan – abbiamo assicurato i regali per i bambini e realizzato un calendario per l’anno corrente con una foto simbolica, ritraente i soci riuniti durante un incontro. La pubblicazione è stata distribuita a tutti i nostri connazionali”.
I progetti per il 2021 sono tanti. “Speriamo di riuscire a realizzare una serie di mostre, concerti, tavole rotonde, scambi culturali con le altre Comunità, una o due escursioni fuori sede per i nostri soci, i corsi di lingua italiana, incontri sportivi con gli altri sodalizi e una festa per terminare l’anno in bellezza”.

Igor Prodan
Fausto Abram
Il calendario del sodalizio di Laurana

 

Facebook Commenti