CI di Abbazia. Balli, canti e recite: è la Festa natalizia

Villa Antonio era semplicemente troppo piccola per riuscire ad accogliere tutti

Le strade che si riempiono di luci, le vetrine dei negozi che brulicano di regali e confezioni luccicanti, il rosso, il verde e l’oro colorano le nostre giornate… Che il periodo precedente al Natale sia il più bello, magico e atteso dell’anno è un fatto assodato. Figuriamoci poi per i bambini. Basta vedere i loro occhioni spalancati di fronte all’albero addobbato, lo stupore nell’incontrare Babbo Natale o la gioia nello scartare i regali per rendersi conto quali emozioni suscita in loro l’attesa che precede il 25 dicembre. La stessa emozione che ieri sera era dipinta sui volti di 85 piccoli bimbi delle sezioni italiane degli asili di Abbazia, Mattuglie e Laurana, i quali sono stati i protagonisti assoluti dello spettacolino “La Festa Natalizia”, organizzato nella sede della Comunità degli Italiani di Abbazia. Un appuntamento che si è rinnovato anche quest’anno mettendo in scena una rappresentazione in cui i piccoli attori, suddivisi in più gruppi, si sono alternati sul palco ballando, cantando e recitando grandi classici di Natale (tra cui l’imprescindibile Jingle Bells, interpretato però nella sua versione italiana) e non solo. Il tutto ovviamente, e non potrebbe essere altrimenti, con le varie e bellissime coreografie. Ma soprattutto sotto gli occhi orgogliosi dei loro genitori, fratelli, sorelle, nonni, zii e chi più ne ha più ne metta. Tutti attenti a immortalare con macchine fotografiche e cellulari ogni momento dello spettacolo, in una Villa Antonio semplicemente troppo piccola per riuscire ad accogliere tutti. Ma poco male. Ciò che conta è stato trascorrere una serata speciale in allegria avvolti dal magico spirito natalizio. E per i più grandi un’occasione per tornare brevemente bambini, ricordando con nostalgia quel indimenticabile periodo di attesa.
Appuntamento quindi tra 12 mesi. Magari in una sede un po’ più ampia. E a questo proposito la presidente della CI di Abbazia, Sonja Kalafatović, ha rivelato che la prossima edizione potrebbe venire ospitata negli spazi dell’asilo Punta Kolova. E ce lo auguriamo anche noi perché visto l’enorme interesse suscitato dallo spettacolo, la sensazione è che anche il Palasport Marino Cvetković sarebbe stato troppo angusto…

Facebook Commenti