Carnevale fiumano, una sfilata simbolica

La situazione epidemiologica ha ridimensionato e anche annullato gli appuntamenti

I chiassosi scampanatori dello Halubje

Il Carnevale fiumano, unico nel suo genere su un vasto territorio, non si farà con il programma prestabilito, ma sarà ridimensionato e ridotto all’osso. La notizia ufficiale è giunta dell’Ente per il turismo cittadino, che attenendosi alle norme antipandemiche e su disposizione dell’Unità nazionale di crisi della protezione civile, ha deciso di annullare o ridurre tutti i tradizionali appuntamenti legati alla manifestazione.

 

Così quest’anno la quinta stagione, quella più attesa dai carnevalisti, rimarrà solo una vana speranza.
Tra poco il corno di Sant’Antonio segnerà l’inizio di un Carnevale segnato dalla pandemia da coronavirus, per cui la tradizionale consegna delle chiavi e la nomina della nuova reginetta non avranno luogo. Gli organizzatori hanno deciso che Dora Pilepić, attuale reginetta del Carnevale fiumano, rimarrà in carica ancora per una stagione, diventando così la prima a portare la corona per due edizioni di seguito. Le chiavi della Città, invece, verranno consegnate “in sordina”.

Dora Pilepić, reginatta al suo secondo mandato
Foto: ŽELJKO JERNEIĆ

“Purtroppo a causa di tutte le vicende legate alla pandemia e al terremoto che ha colpito la Regione di Sisak e della Moslavina, il nostro Carnevale sarà simbolico e senza pubblico. In questo modo le tradizioni verranno mantenute. Sempre al motto ‘Morire ma non mollare’ recupereremo il tempo perduto l’anno prossimo”, ha dichiarato Mastro Toni.

Il gruppo urbano “Lako Ćemo”

Annullato il simpaticissimo rally mascherato “Pariz-Bakar” e la Sfilata dei bambini che quest’anno avrebbe dovuto celebrare la 25.esima edizione. Siccome i carnevalisti hanno un cuore grande, si è deciso di organizzare la tradizionale donazione di sangue cui partecipano tradizionalmente numerosi membri dei gruppi mascherati. Per quanto riguarda la Sfilata internazionale tutto dipenderà dalle norme epidemiologiche che saranno in vigore a febbraio. Da quanto deciso, il 14 febbraio dovrebbero sfilare simbolicamente tre gruppi storici: i Pehinarski feštari, gli scampanatori dello Halubje e il gruppo urbano “Lako ćemo”, ovvero coloro che hanno dato il via al Carnevale fiumano nel 1982.

Dora Pilepić e Mastro Toni

“La nuova normalità che ci accompagna da quasi un anno – ha affermato il sindaco Vojko Obersnel – non ha risparmiato neppure il Carnevale fiumano. È un periodo difficile che richiede tanti sacrifici per il bene di tutti noi. Non sappiamo se l’epidemia si placherà fino a metà febbraio per dar modo ai tre gruppi carnevaleschi, con cui tutto iniziò 39 anni fa, di sfilare, ma sono sicuro che tutte le maschere e gli scampanatori, seppur socialmente distanti, scacceranno non soltanto l’inverno, ma anche tutte le brutte cose che ci hanno accompagnato nell’anno appena terminato”.

Facebook Commenti