Butković a Ossero e Lussinpiccolo

Visita ai Lussini del ministro del Mare, del Traffico e delle Infrastrutture, dove sono in corso i lavori di ricostruzione della statale DC-100 e di rinnovo del porto di Mrtvaška

La visita del ministro del Mare, del Traffico e delle Infrastrutture, Oleg Butković prevista per ieri a Lussino, è iniziata con una prima tappa a Ossero, dove ha incontrato le autorità locali e quelle di Neresine. Motivo della visita, i lavori di ricostruzione del pezzo di strada che collega i due abitati, già in corso da circa due mesi, che prevedono l’ampliamento della viabile attuale dagli esistenti 5,5 metri a complessivi 13 metri, compreso il tratto pedonale e la pista ciclabile per una lunghezza pari a 2,5 chilometri. Il piano dei lavori prevede anche la ricostruzione del sistema idrico dato che propio qui, causa le tubature ormai obsolete, negli ultimi anni si verificano spesso perdite. Prevista inoltre la sostituzione dei collettori per impianti sanitari. Nell’illustrare al ministro lo svolgimento dell’opera, l’ingegnere Silvana Sorić, rappresentante delle Hrvatske ceste, ha rilevato che in un punto del tratto successivo al ponte di Ossero, in direzione di Neresine e adiacente al campeggio, durante gli scavi sono stati rinvenuti dei resti di costruzioni antiche per i quali è stato necessario richiedere l’intervento dei conservatori della Soprintendenza di Fiume. Sorić ha spiegato che quest’anno è prevista inoltre la conclusione degli ultimi 6 km di strada tra Faresina e Vodice, di cui 4 km verso Dragozetići destinati a ricostruzione e 2 km a piccoli ritocchi rientranti nel piano di manutenzione. Al termine dei lavori, la maggior parte della statale DC-100 sarà completata.
Conclusa la visita a Ossero, il ministro Butković, accompagnato dall’aiuto ministro per la sicurezza marittima, Siniša Orlić, e da Gari Cappelli, parlamentare e già ministro del Turismo nonché ex sindaco di Lussinpiccolo, ha raggiunto Lussinpiccolo dove si è incontrato con i rappresentati della Por authority locale e dell’isola di San Pietro dei Nembi con i quali ha discusso dei lavori al porticciolo di Mrtvaška verso il quale ora i sampierini gravitano per arrivare a Lussinpiccolo. Il ministro ha spiegato che gli interventi prevedono un investimento pari a 81 milioni di kune di cui l’85 p.c. assicurato tramite i Fondi europei. Si tratta del secondo investimento per grandezza in termini di costruzione di porti e porticcioli di questa parte dell’Adriatico. Opere per le quali sono stati stanziati complessivamente 1,3 miliardi di kune. Il ministro ha annunciato ai sampierini la sua intenzione di individuare, nei due anni previsti per la costruzione del porto Mrtvaška, una soluzione volta ad accorciare i tempi d’arrivo a Lussinpiccolo. Oltre ai lavori nel porto, si prevede anche di allargare la strada che da Lussinpiccolo porta a Mrtvaška, lunga 10 km, in modo da ottenere due corsie, un marciapiede per pedoni e una pista ciclabile.
In questo contesto, ricorderemo, il ministro Butković ha già firmato il documento volto alla modifica in termini di categorizzazione stradale, che a lavori terminati diverrà strada statale DC-130. L’arteria si collegherà alla costruenda strada per Lussingrande, che comprende anche una nuova rotatoria. A fare gli onori di casa, ieri, il sindaco di Lussinpiccolo, Ana Kučić, con alcuni suoi collaboratori.

Facebook Commenti