Bassa stagione: risultati sorprendenti nel Quarnero

Dati e-visitor: il soggiorno nei campeggi di lusso ha registrato a novembre un aumento del 75 per cento rispetto al 2019, considerato l’anno record

Campeggi di lusso: boom a novembre

I dati ufficiali del sistema eVisitor, registrano una stagione turistica più che soddisfacente. Dall’inizio dell’anno e fino alla fine di novembre, l’area del Quarnero ha realizzato 2,3 milioni di arrivi e oltre 15 milioni di pernottamenti, ovvero l’80% di quelli realizzati nel 2019, definito da record, e il 38% in più rispetto allo scorso anno.

 

”Nonostante la pandemia abbia lasciato il segno in tutto il settore turistico a livello nazionale ed europeo, la nostra area di competenza è riuscita a mantenersi come una destinazione sicura e affidabile – ha commentato Irena Peršić Živadinov, direttrice dell’Ente per il turismo del Quarnero. – Tutte le nostre destinazioni sono state prenotate principalmente dai turisti tedeschi che in questi undici mesi hanno raggiunto quasi lo stesso numero di arrivi e pernottamenti di due anni fa, con un totale di quasi 4,6 milioni di pernottamenti e oltre 600mila arrivi. Grande sorpresa per il secondo posto, dove troviamo piazzati gli ospiti nazionali con 2,4 milioni di pernottamenti, seguono i vicini sloveni con 2,3 milioni e gli ospiti austriaci con 1,4 milioni. Ottimo risultato per i turisti cechi con 700mila pernottamenti, solo l’1% in meno rispetto al 2019 e gli ospiti dalla Polonia con poco meno di 600mila pernottamenti, solo il 5% in meno rispetto al 2019”.

Abbazia è in attesa dei turisti per le feste di fine anno

Investire conviene

Il successo è stato garantito dai continui investimenti nella qualità dei servizi e dalle attività promozionali. Sebbene il Quarnero da anni si trova tra le tre regioni ai vertici dei pernottamenti, le tendenze turistiche sono cambiate a causa della pandemia, la reputazione non è venuta meno e i turisti, dopo i vari lockdown, sono ritornati con piacere e fiducia.

Gli ultimi due anni il Quarnero è stato meta di un numero sempre maggiore di ospiti benestanti. Questa categoria di turisti negli anni precedenti viaggiava verso destinazioni lontane, spesso esotiche, e attualmente, chiedono destinazioni sicure e raggiungibili in poche ore. ”Le tendenze delle strutture ricettive di categoria alta e di lusso parlano chiaro – dichiara la direttrice –. Nel corso del 2021 il numero di pernottamenti nelle strutture a cinque stelle è aumentato dell’80% e nelle strutture a quattro stelle del 76% rispetto al 2020. Nell’anno in corso pure i piccoli campeggi di categoria superiore, come pure le aziende a conduzione familiare (affittacamere e appartamenti), hanno registrato un aumento considerevole, con l’86% in più di pernottamenti rispetto al 2020. Negli alberghi a cinque stelle, invece, si è registrato il 130% di pernottamenti in più, e in quelli a quattro il 121% in più rispetto allo scorso anno. La maggior parte dei pernottamenti è avvenuta nelle strutture familiari (6,6 milioni), seguite da campeggi (3,4 milioni) e alberghi (2,3 milioni)”.

Per quanto riguarda le microregioni di maggior affluenza, spicca il Gorski kotar quale unica zona con l’identico numero di pernottamenti pre-pandemia. Ottimi risultati pure per il comune di Vinodol, nella cui area è stato realizzato il 95% dei pernottamenti rispetto al 2019, e per il comune di Dobrinj sull’isola di Veglia, dove il numero dei pernottamenti ha raggiunto quasi il 90% di quelli del 2019.

Pure il mese di novembre registra degli ottimi risultati con oltre 32mila arrivi e quasi 105mila pernottamenti, vale a dire il 73% rapporto al novembre 2019 e il 34% in più rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

”Lo scorso mese, a sorpresa, i campeggi di lusso hanno registrato un risultato eccezionale: il 75% in più di pernottamenti rispetto al novembre 2019. Il cosiddetto ‘svernamento’ nei campeggi sta divenendo sempre più popolare. Il ‘glampig’ (glamour e campeggio), è un servizio di alta qualità. Le moderne case mobili offrono comfort e attrezzature eccezionali, ma allo stesso tempo gli ospiti possono godersi l’ambiente circostante senza l’affollamento”, ha concluso Irena Peršić Živadinov.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.