Bando UPT: la Comunità di Fiume non aderirà

Ieri a Palazzo Modello terza sessione straordinaria dell’Assemblea della CI. Approvata la pubblicazione dei volumi di William Klinger e Silvana Mazzieri

Assemblea al voto nel rispetto del distanziamento fisico. Foto Goran Žiković

Si è svolta ieri sera la terza sessione straordinaria dell’Assemblea della Comunità degli Italiani di Fiume con 3 punti all’ordine del giorno, ovvero quello relativo al Progetto scuole (Contratto 73), al bando dell’Università popolare di Trieste e alle elezioni per il Parlamento della Repubblica di Croazia.
Il progetto scuole riguarda la produzione di un volume incentrato sulla storia dell’istruzione elementare il lingua italiana a Fiume dal 1945 al 2005. La sua realizzazione era stata prevista in tre fasi, ovvero la ricerca del materiale, la messa a punto dei dati raccolti e la trasformazione in testo pronto e infine la pubblicazione. Per ogni fase la CI avrebbe ricevuto un determinato importo. Al momento il sodalizio dispone di 23mila kune, che rappresentano un anticipo. Siccome va fornita una risposta entro il 1º giugno, Moreno Vrancich, presidente dell’Assemblea, ha proposto di chiedere all’Unione Italiana e al Ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale (MAECI), di poter usare questi mezzi per stampare una parte dei materiali raccolti.
Storia dell’istruzione e delle SEI
“Al momento abbiamo pronto il materiale per due volumi, ovvero quello di William Klinger, che tratta la storia dell’istruzione, e quello di Silvana Mazzieri sulle SEI Belvedere e San Nicolò. Se il volume verrebbe stampato tramite la Casa editrice EDIT, dovrebbero bastare le 23mila kune che abbiamo già. Poi per pubblicare anche il libro di Vanni d’Alessio, che racconta la storia dell’istruzione dal 1940 al 1965, potremmo richiedere fondi tramite altri canali. C’è tantissimo materiale, tante persone si sono date da fare e sarebbe davvero un peccato non vedere pubblicati questi volumi. In seguito ci sarebbe un ulteriore volume nel quale verrebbero trattate anche le scuole Dolac e Gelsi”, ha dichiarato la presidente della CI, Melita Sciucca.
Dopo un dibattito a proposito, è stata approvata all’unanimità la proposta di chiedere all’UI e al Dicastero di competenza, la possibilità di usare le 23mila kune per la stampa dei volumi di cui sono autori Klinger e Mazzieri.
Bando di concorso
Per quanto riguarda il bando dell’UPT, il 3 giugno scade il termine per le candidature allo stesso. Il presidente dell’Unione Italiana, Maurizio Tremul, ha inviato in merito una lettera con la quale invita tutte le Comunità degli Italiani, gli Istituti prescolari, le Scuole elementari e medie superiori, le Istituzioni e le Organizzazioni della CNI a non aderire al Bando. Negli ultimi anni l’UI si candidava al concorso dell’UPT, ottenendo direttamente tutti i fondi per poi ridistribuirli alle CI. Poi è stato deciso di fissare dei limiti sui singoli progetti. Alcune CI si erano candidate autonomamente, dopo di che il suggerimento di Tremul di non aderire al bando. “L’aspetto economico è per noi irrilevante, ne facciamo una questione di unitarietà e di rappresentatività. Riconosciamo l’Unione Italiana come nostra istituzione madre e ci affidiamo a lei per il bando UPT”, ha spiegato Vrancich. È stato quindi deciso, anche in questo caso all’unanimità, che nel rispetto dell’unitarietà verranno seguiti i suggerimenti dell’Unione di non candidarsi.

Martina Sanković Ivančić, Moreno Vrancich e Christian Gerbaz. Foto Goran Žiković

Verso le elezioni parlamentari
Il 5 luglio i cittadini della Repubblica di Croazia saranno chiamati a eleggere i 151 parlamentari del Sabor. È stato quindi opportuno definire il comportamento da adottare da parte della Comunità degli Italiani di Fiume nel corso della campagna elettorale, ovvero discutere sulla possibilità di dare in affitto la sala per i comizi elettorali. I consiglieri hanno deciso che, per quanto riguarda i candidati al seggio specifico, l’uso della sala sarà gratuito, mentre per i partiti interessati, l’affitto costerà 1.000 kune per due ore di comizio, ovvero 1.500 kune se verrà incluso anche il catering. Le bibite dovranno invece venire acquistate al bar della CI. Si è parlato inoltre della possibilità di effettuare delle interviste con i candidati delle varie liste per sentire quali siano le loro opinioni sulla Comunità Nazionale Italiana, ovvero che cosa pensino fare nel corso del loro mandato a favore della stessa. Le interviste verrebbero pubblicate sulla pagina Facebook della CI. La preparazione delle stesse è stata affidata al presidente dell’Assemblea, Moreno Vrancich.

Facebook Commenti