Autotrolej, 54 nuovi autobus in arrivo l’anno prossimo

Goran Žiković
L’ultimo acquisto di nuovi autobus risale alla primavera dell’anno scorso

Si rinnova il parco automezzi dell’Autotrolej. Ieri mattina è stato infatti firmato l’accordo tra la municipalizzata, il ministero dei Trasporti e l’Agenzia centrale per i finanziamenti (SAFU), che prevede l’acquisto di 22 nuovi autobus i quali entreranno in servizio a partire dal prossimo anno. Si tratta nello specifico di 18 autobus e 4 autosnodati dotati di motorizzazione conforme alla prescrizione Euro 6, quindi con emissioni di particolato e ossidi d’azoto drasticamente ridotti rispetto a quelli un po’ più datati che sono ancora in servizio. La società del trasporto pubblico locale prosegue dunque nel piano di rinnovamento della flotta aziendale.

Elevati standard di confort e sicurezza

“Efficienti, moderni ma soprattutto rispettosi dell’ambiente – ha spiegato il direttore dell’Autotrolej, Marin Rajčić –. Tutti i nuovi autobus sono dotati di elevati standard di confort e sicurezza, come il pianale totalmente ribassato, la rampa d’accesso ad azionamento elettrico per persone con disabilità, l’impianto di climatizzazione integrato, wi-fi e il sistema antincendio nel vano motore”.
L’investimento complessivo ammonta a 48,5 milioni di kune, di cui 32,3 verranno stanziati dal Fondo per la coesione, 5,7 dal ministero dei Trasporti e 10,5 dal bilancio aziendale della municipalizzata. “L’anno scorso – ha ricordato il ministro del Mare, dei Trasporti e dell’Infrastruttura, Oleg Butković – abbiamo indetto un bando di concorso destinato al rinnovamento del trasporto pubblico locale in Croazia dal valore di 315 milioni di kune, e con la firma di oggi (ieri, ndr) siamo arrivati a quota 222 milioni spesi. L’obiettivo è chiaramente quello di aumentare la qualità del servizio e il numero dei passeggeri, ridurre le emissioni e rinnovare il parco veicoli in tutte le principali città del Paese”.

Un investimento da 100 milioni di kune

Ma le novità non finiscono qui. Oltre alle 22 nuove unità, Rajčić ha anche annunciato l’acquisto di 32 ulteriori mezzi, 15 autobus, 10 minibus e 7 autosnodati, tramite il progetto “Potenziamento del trasporto urbano” che si inserisce nel piano dell’Agglomerato urbano. Un investimento da 63,7 milioni di kune, di cui l’85 per cento verrà assicurato dallo stesso piano e il restante 15 p.c. dal bilancio aziendale. “Stiamo parlando di 54 nuovi autobus per un valore totale di oltre 100 milioni di kune. Inoltre, con la loro introduzione, l’età media del nostro parco automezzi verrà praticamente dimezzata, passando dagli attuali 11 anni a 6. Tutte le nuove unità verranno inserite gradualmente nel corso del prossimo anno, prendendo il posto di 60 veicoli più datati che verranno smantellati. Dal 2020 l’Autotrolej potrà così contare su 165 moderni autobus”, ha concluso il direttore Rajčić. 

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.