Autostazione in Žabica: un investimento privato

Gara aperta per l’acquisto dell’area. Gli annunci del sindaco Filipović sulla gestione della struttura. A settembre dovrebbe esserci la firma del contratto. Per 14.000 m2 la Città incasserà 66 mln di kune

0
Autostazione in Žabica: un investimento privato

Se fossimo in lui, non esiteremmo a compiere dei gesti scaramantici nel pronunciare certe parole. Il sindaco Marko Filipović, al Collegio di ieri ha ribadito, infatti, che nel 2025 Fiume avrà la sua nuova Autostazione. Si compiono, comunque, dei passi importanti fin d’ora, con la gara pubblica per l’acquisto dell’area edificabile su cui sorgerà il complesso, a Ovest rispetto all’attuale autostazione in Žabica, che comprenderà un piazzale con 14 corsie per la circolazione dei veicoli e i rispettivi marciapiedi o banchine per le persone, un parcheggio con un minimo di 800 posti e vari contenuti commerciali. Il punto di svolta che ha dato l’accelerazione al progetto, da vent’anni oggetto di polemiche e sfottò nei confronti dell’amministrazione cittadina, è costituito da un netto cambiamento di rotta per quanto riguarda il modello di gestione della struttura. La Città è proprietaria dell’area, circa 14.800 metri quadrati, che verrà venduta al miglior offerente che provvederà a tutto, dalla costruzione alla gestione di tutti i contenuti, quelli di pubblica utilità e quelli commerciali. In precedenza, l’idea era quella del partenariato pubblico-privato in cui all’investitore verrebbe assegnata la costruzione e quindi la gestione dei contenuti commerciali, mentre ciò che è legato al servizio pubblico spetterebbe alla Città e alle aziende municipalizzate. La formula, come si è potuto comprendere nel corso degli anni, non ha fatto presa.

Stavolta si fa sul serio

Se non è un clamoroso bluff del primo cittadino, la pubblicazione del concorso è stata preceduta da colloqui rassicuranti con degli investitori. La gara sarà aperta fino al 6 giugno. “A settembre – ha assicurato Filipović –, contiamo di firmare il contratto di compravendita. Da quel momento l’investitore avrà 14 mesi di tempo per provvedere alla parte amministrativa, permessi e licenze, dopo di che sono previsti 25 mesi per la realizzazione dell’opera”. La questione dell’Autostazione è stata cavalcata dalle opposizioni anche durante l’ultima campagna elettorale prima delle amministrative di un anno fa, con Filipović, erede di Vojko Obersnel, ad annunciare il suo “nuovo ritmo”. Il prezzo è stato valutato a poco più di 66 milioni di kune, ai quali ne vanno aggiunti altri 5, che la Città negli ultimi dieci anni ha speso per la documentaziuone completa, destinata comunque a venire modificata. Uno degli aspetti che hanno contribuito all’accelerazione è anche la prospettiva di avere una nuova strada, quella che collegherà la D403, oggi in costruzione, alla Riva passando per Žabica. L’investitore verserà il 70 p.c. dell’importo 30 giorni dopo la firma del contratto, mentre il rimanente 30 p.c. seguirà al rilascio del permesso di costruire. Si partecipa alla gara versando 1,5 milioni d’anticipo e disponendo delle garanzie bancarie. Inoltre, verranno prese in considerazione le referenze, cioè l’esperienza nella realizzazione di opere simili. Prima della firma del contratto, a luglio, sarà necessaria l’approvazione del Consiglio cittadino. “In base ai colloqui che abbiamo avuto, sono convinto che troveremo il partner per portare a termine questo progetto”, ha concluso il sindaco Filipović. Il capodipartimento per lo sviluppo, l’urbanistica, l’ecologia e la gestione del territorio, Srđan Škunca, ha illustrato il percorso che ha preceduto il momento a cui siamo arrivati: “Il cambiamento sostanziale riguarda il modello per la realizzazione, ma ci sono state anche delle modifiche al progetto iniziale razionalizzando diversi aspetti, adeguandoci anche alle esigenze delle Ferrovie”.

Edilizia residenziale, tutto fila liscio

Entro la fine dell’anno a Martinkovac tutto dovrebbe essere pronto per la consegna di 90 alloggi costruiti nell’ambito del programma POS di edilizia agevolata, per i quali, è stato detto, le vendite stanno procedendo bene. Sono stati firmatti 48 contratti preliminari, mentre per altri 28 è questione di giorni. Inoltre, all’inizio dell’anno prossimo potranno iniziare i lavori di costruzione di altre 25-30 unità abitative a Zamet, sempre con lo stesso modello agevolato. Per il 25 maggio il sindaco ha annunciato una conferenza, con partecipazione internazionale, che si svolgerà a Fiume sul tema dell’edilizia agevolata, ma per realizzare delle abitazioni da assegnare in affitto a chi non può permettersi di acquistare un immobile.

Sostegno per il compleanno dell’Armada

Sabato prossimo i tifosi dell’Armada festeggiano il 35º compleanno e lo faranno sul molo Carolina, tra musica e fuochi d’artificio. La Città ha accettato di patrocinare la manifestazione, contribuendo con una serie d’interventi tecnici per assicurare le condizioni necessarie. “La festa capita nella vigilia dell’incontro a Rujevica contro l’Hajduk e nel mese in cui il Rijeka si gioca a Spalato la Coppa Croazia. Potrebbe essere un mese di grandi soddisfazioni”.

Tutti i diritti riservati. La riproduzione, anche parziale, è possibile soltanto dietro autorizzazione dell’editore.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display