Anno scolastico 2021/22: si ricomincia con tanto brio

Nelle scuole della CNI iscritti 62 neo scolaretti

Željko Jerneić
La San Nicolò

Per il passaggio al nuovo anno scolastico 2021/2022, come in quelli passati, l’universo scuola CNI fiumano sta riflettendo sui primi esiti inerenti le iscrizioni dei neoalunni nelle prime classi elementari. Lo fa soprattutto in considerazione del difficile e complicato periodo affrontato, fortemente provato, come tutti, dalla pandemia.

 

Si vuole, però, andare avanti e pensare alla scuola che verrà, a come organizzarla, a come migliorarla. Si fanno progetti e si immaginano belle collaborazioni, nuove sfide e nuovi approcci. Tra questi, il cambiamento culturale che il sistema scolastico sta vivendo in generale, e in particolare quello con insegnamento in lingua italiana, con l’ingresso di nuove generazioni sempre più multietniche ed il consueto afflusso di bimbi della maggioranza, viene osservato con curiosità e interesse quasi sociologico da parte delle direttrici e del direttore delle quattro istituzioni italiane del capoluogo quarnerino. Indipendentemente dalla problematica linguistica in ingresso, si è notato e fa piacere che gli attori coinvolti nella mixité scolaire mostrano, nella maggioranza dei casi, una capacità di adattamento superiore ai modelli previsionali, mirando anche a superare spontaneamente le disparità iniziali.

Dai primi dati, ancora ufficiosi, resi noti dalle quattro Scuole elementari in lingua italiana di Fiume, rispetto all’anno scorso (67 scolaretti), si assiste a un calo nel numero complessivo degli iscritti, che ammonta a 62. Ma non ci si perde d’animo e, a sedersi fra i banchi della scuola San Nicolò saranno 22 alunni (l’anno scorso erano 21), la Dolac ne accoglierà 18 (1 in più rispetto all’anno scorso), la Gelsi 14 (ovvero 4 in meno del 2020) e la Belvedere 8 (-3). Per i dati ufficiali si dovrà attendere la chiusura definitiva delle iscrizioni.

Intanto è stato già reso noto che il prossimo anno scolastico prenderà il via il 6 settembre prossimo. Speriamo con le lezioni in classe e non più a distanza.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.