Affitto agevolato per le giovani coppie

Previste sovvenzioni della Regione per la ristrutturazione di appartamenti di proproetà delle Città e deoi Comuni

0
Affitto agevolato per le giovani coppie
Il bando riguarda per il momento il Gorski kotar e le isole quarnerine, che lamentano cali demografici più marcati. Foto: IVOR HRELJANOVIĆ

La Regione litoraneo-montana ha pubblicato un bando di concorso per il sovvenzionamento delle spese di ristrutturazione di appartamenti di proprietà della Città e dei Comuni, che quindi verranno dati in affitto alle giovani famiglie e a condizioni agevolate. È stato messo a disposizione un milione di kune. Lo ha reso noto Dragica Marač, a capo del dipartimento per la politica sociale e i giovani nel corso della consueta conferenza stampa del lunedì. Ha spiegato che si tratta di una misura demografica nell’ambito della politica abitativa agevolata per il 2022. L’obiettivo è trattenere le giovani famiglie in Regione risolvendo la questione abitativa. Al bando possono partecipare le unità di autogoverno locale del Gorski kotar e delle isole quarnerine, che sono le più colpite dal calo demografico. I finanziamenti serviranno per la ristrutturazione di appartamenti che sono fuori uso fino all’importo di 300mila kune e di proprietà esclusiva delle Città e dei Comuni. Una volta ristrutturati, verrà bandito un concorso per l’assegnazione a giovani famiglie e genitori fino ai 45 anni d’età. Il prezzo dell’affitto non potrà superare i 2 euro per m2 mensili.

Il concorso rimarrà aperto fino al 25 novembre, mentre i lavori di ristrutturazione dovranno concludersi entro il 30 giugno del 2023. Pertanto, le prime famiglie potrebbero sistemarsi in questi alloggi entro l’estate prossima. “Questa misura si basa sui risultati delle analisi demografiche inerenti alla nostra Regione. Lo stesso importo, ovvero un milione di kune verrà assicurato anche l’anno prossimo, mentre per quello successivo è previsto di raddoppiarlo”, ha spiegato Dragica Marač aggiungendo di essere convinta che questa sia una misura che molto presto darà dei risultati positivi.

Sovvenzioni all’imprenditoria rurale
Il vicepresidente della Regione, Vojko Braut, ha reso noto che sono state stabilite le regole per l’assegnazione di sovvenzioni nell’ambito del programma regionale relativo allo sviluppo rurale per il 2022. Le sovvenzioni riguardano la piccola e micro imprenditoria, nonché le cooperative private e vengono assegnate per l’acquisto di attrezzatura, per le spese di realizzazione della documentazione di progetto e per gli investimenti a lungo termine. Sono state assegnate 962mila kune suddivise tra 35 imprenditori. Nel febbraio scorso sono state distribuite sovvenzioni per un totale di 1,6 milioni di kune a 68 imprenditori.
Braut ha reso noto, inoltre, che è stata data l’autorizzazione all’Istituto regionale di salute pubblica per l’acquisto degli arredi da laboratorio nell’importo di 1,7 milioni di kune. In questo modo si è conclusa la ristrutturazione del laboratorio medico-ecologico, in conformità con le normative di legge. Inoltre, la Regione assicurerà l’attrezzatura ecologica per tutte le Port Authority. La spesa complessiva ammonta a 248mila kune. Si tratta di container ecologici per lo stoccaggio di rifiuti pericolosi.

«Puro populismo»
Interpellato dai giornalisti sulle recenti dichiarazioni del consigliere indipendente Iva Rinčić – che ha criticato in un’intervista la Regione per una serie di motivi – Braut ha definito il suo un comportamento distruttivo e populista, senza la dovuta responsabilità che ogni consigliere dovrebbe avere. Come esempio, Braut ha citato la bocciatura del Bilancio di assestamento alla scorsa sessione dell’Assemblea regionale. “Si trattava soltanto di correzioni tecniche dovute, per assicurare il prosieguo e la conclusione di alcuni progetti, i mezzi per coprire le spese aggiuntive nella sanità e nell’istruzione e il versamento delle paghe ai medici e ai dipendenti dell’Istituto di medicina d’urgenza”, ha detto. “I consiglieri non dovrebbero essere concentrati esclusivamente sulla propria carriera politica, come in questo caso, ma operare per il bene di tutti i cittadini. Se volgiamo parlare di democrazia, vorrei ricordare che i consiglieri erano stati invitati a partecipare alla creazione del Bilancio, ma Iva Rinčić non ha presentato alcuna proposta originale”, ha proseguito.
Braut ha ribadito che la costruzione del porticciolo di Mrtvaška (Martuasca) era un progetto d’essenziale importanza per Lussinpiccolo, le isole quarnerine e quelle della Dalmazia settentrionale. “Un gruppo di abitanti di San Pietro dei Nembi (Ilovik/Asinello), guidati da Rinčić e da interessi privati, lo ha bloccato. Accusare la Port Atuhority per le spese generate proprio da questo gruppo, che prima ha temporeggiato e poi minato il progetto, fino alla scissione del contratto da parte dell’esecutore dei lavori, è da irresponsabili”, ha concluso Braut.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display