Aeroporto di Veglia, si spera nella ripresa

Dopo l’addio della Ryanair la strada si presenta in salita. Lo scalo fa affidamento su Eurowings e LOT

L’aeroporto di Veglia

Quest’anno l’aeroporto di Fiume avrà soltanto 11 linee internazionali e un buon collegamento soltanto con la Germania. Va ricordato, infatti, che dopo diversi anni la compagnia aerea lowcost Ryanair ha rinunciato all’aeroporto di Fiume, rafforzando la presenza a Zagabria e Zara. La “salvezza” è giunta dalla compagnia Eurowings di Dusseldorf, che ha introdotto il maggior numero di voli. Il primo aereo dovrebbe atterrare il 29 maggio. La low cost tedesca collegherà lo scalo vegliota con cinque voli da altrettante destinazioni della Germania e precisamente Berlino, Amburgo, Colonia, Stoccarda e Dusseldorf. Dalla capitale tedesca e da Stoccarda i passeggeri arriveranno due volte alla settimana, il giovedì e il sabato; mentre da Colonia il martedì e il sabato. Da Amburgo i voli saranno tre: lunedì, mercoledì e sabato mentre la destinazione di Dusseldorf sarà collegata con l’aeroporto fiumano ogni sabato. Da luglio ci sarà un volo supplementare il mercoledì. Tutte le linee saranno attive fino a settembre.

 

È rimasta fedele all’aeroporto di Veglia pure la compagnia a basso costo polacca LOT, che inizierà il suo collegamento Varsavia-Fiume il 19 giugno, mentre le compagnie Lufthansa con la linea per Monaco di Baviera e Air Baltic, con destinazione Riga, inizieranno i collegamenti all’inizio di luglio.

In rapporto al 2019 lo scalo quarnerino è rimasto senza una serie di collegamenti con destinazioni Londra, Marsiglia, Belgrado, Stoccolma, Bruxelles, Tel Aviv e Hannover. Annullate pure le linee charter per Parigi e Košice. Nel 2019 l’aeroporto di Fiume aveva sfondato il record assoluto con circa 200mila arrivi, toccando il picco in agosto con 45mila passeggeri. Purtroppo, con l’inizio della pandemia, quasi tutti i voli sono stati cancellati. Ora si spera in una ripresa.

Facebook Commenti