3. maj, firmato il contratto per la Santiago

Lo stabilimento di Cantrida ha adottato tutte le misure necessarie a contenere la diffusione del coronavirus

Il coronavirus non ferma il 3. maj. Lo stabilimento di Cantrida ha infatti appena siglato l’accordo per la conclusione della petroliera Santiago, adibita al trasporto di greggio e di prodotti derivati, con la società cipriota Forzina Shipping Company Limited, di proprietà della compagnia spagnola Marflet Marine. La consegna è stata fissata al 15 luglio 2021.
Lo scorso dicembre l’unità era stata rimorchiata in cantiere dall’Uljanik per consentire il prosieguo della produzione del 3. maj. La petroliera era stata varata nell’ottobre del 2016, dopodiché venne trasferita a Pola, dove avrebbe dovuto ultimare gli interventi di equipaggiamento. Tuttavia, la crisi scoppiata all’interno del Gruppo polese fermò i lavori e la nave rimase bloccata nel cantiere fino allo scorso dicembre.
Il presidente del Consiglio di sorveglianza del 3. maj, Juraj Šoljić, ha fatto sapere che si sta lavorando anche sul completamento di altre due commesse. La prima è una portarinfuse per l’armatore canadese Algoma Central Corporation, mentre la seconda riguarda una car carrier, il cui contratto dovrebbe venire sottoscritto il prossimo giugno o luglio, anche se in questo caso la questione risulta un po’ più complessa dal momento che la nave è di proprietà dell’Uljanik. Il presidente del Consiglio di sorveglianza ha confermato inoltre che le trattative relative alla subconcessione per la costruzione di navi da crociera polari per il consorzio australiano Scenic sono arrivate alla fase conclusiva.
Malgrado le incertezze e le restrizioni dovute alla crisi sanitaria, Šoljić ha assicurato come il cantiere abbia adottato tutte le misure necessarie al contenimento della diffusione del Covid-19, specificando che gli operai si stanno alternando in due gruppi. Attualmente vi lavorano 470 persone, mentre le altre 310 sono in ferie.

Facebook Commenti