Val Stagnon, lavori al percorso didattico

La torretta di osservazione a Val Stagnon

A Val Stagnon, l’importante oasi ornitologica alle porte di Capodistria, in questi giorni sono in corso lavori di ristrutturazione al percorso didattico. All’incirca metà dell’anello, della lunghezza di 2 chilometri disseminato di postazioni d’osservazione, pannelli esplicativi e altre informazioni per i visitatori, è chiuso al pubblico. Gli operai sono intenti a migliorare il sistema di drenaggio e di regolamentazione del livello delle acque tra la laguna interna e quella esterna del Parco naturale. Gli interventi erano pianificati da tempo e servono a preservare l’area da possibili inondazioni. La vicinanza del fiume Risano e dei corsi d’acqua minori come l’Ara, minacciano gli argini della zona ogni volta che si ripropone il fenomeno dell’acqua alta, accompagnato al vento di scirocco, che spinge l’acqua di mare verso l’interno di Val Stagnon. Gli ultimi gravi allagamenti si sono verificati nel 2009. L’altra metà del percorso didattico rimane regolarmente visitabile, dalla postazione numero 7 in poi e consentirà di ammirare decine e decine di uccelli di varie specie. Gli interventi di messa in sicurezza degli argini, che sono finanziati dal Fondo per i cambiamenti climatici 2020-2023, dovrebbero concludersi entro novembre.

Il Centro visite del Parco

Facebook Commenti