«Unitarietà, dialogo, trasparenza, impegno, partecipazione, Istria»

Elezioni politiche in Slovenia. Il programma elettorale di Maurizio Tremul

0
«Unitarietà, dialogo, trasparenza, impegno, partecipazione, Istria»

Con l’impegno congiunto e la partecipazione attiva di tutti quanti voi abbiamo sempre mantenuto fede agli impegni che ho, che abbiamo, preso: dal riacquisto della cittadinanza italiana, per migliaia di voi, alla Legge triennale italiana che finanzia tutte le attività delle nostre Comunità degli Italiani, scuole e istituzioni,: Radio e TV Capodistria, Casa editrice EDIT e la Voce del popolo, Centro di ricerche storiche di Rovigno, Centro Carlo Combi di Capodistria, Dramma Italiano, ed altri, mezzi di cui beneficiano tutti i nostri connazionali; agli accordi internazionali sull’unitarietà della Comunità Nazionale Italiana; alla collaborazione con i nostri fratelli esuli e con gli sloveni in Italia; ai grandi investimenti e progetti realizzati, al mantenimento così di centinaia di posti di lavoro.

Al Parlamento di Lubiana porteremo queste esperienze e queste competenze. In sintesi, i nostri propositi:

Siamo un’unica Comunità! Vogliamo mantenere salda l’unitarietà della Comunità Nazionale Italiana (CNI) in Slovenia e Croazia.

Gli accordi di governo saranno firmati dopo ampia consultazione con i connazionali e le istituzioni della CNI.

Ascolteremo la voce dei connazionali, la voce dell’Istria.

Rafforzeremo le nostre Comunità degli Italiani con più finanziamenti per la cultura e almeno un dipendente per ciascuna CI.

Vi renderemo partecipi nella definizione delle scelte strategiche: varo della legge di tutela globale per la CNI; inserimento nella legge sulle scuole del criterio della madrelingua italiana per i docenti; creazione dell’Unità produttiva specifica con ampia autonomia e finanziamenti per i Programmi Italiani di RTV Capodistria; varo della legge sul bilinguismo; ecc.

Ricostruiremo il rapporto fiduciario con l’Istria fortemente eroso negli ultimi 4 anni.

Nel campo economico daremo vita alla Cassa di Risparmio dell’Istria come previsto dal Memorandum di Londra; finanzieremo lo sviluppo di start-up giovanili attraverso il nuovo Incubatore creativo Istria a S. Lucia.

Sosterremo l’edilizia scolastica e la fornitura di attrezzature didattiche all’avanguardia, inseriremo nei programmi didattici e nei libri scolastici gli elementi di conoscenza della storia, cultura e della lingua italiana.

Delegheremo l’Ufficio del Bilinguismo delle competenze statali in materia di bilinguismo.

Sosterremo le nostre scuole, i mass media, le istituzioni CNI e il nascente Centro multimediale italiano di Palazzo Gravisi-Buttorai a Capodistria.

Aumenteremo i finanziamenti per le istituzioni e gli imprenditori della CNI.

Aboliremo la vignetta stradale in Istria. Prevederemo un collegamento viario moderno tra Buie, Pirano, Isola, Capodistria, Ancarano e Trieste. Incentiveremo la crescita sostenibile dell’Istria (green e blue economy).

Va riconosciuta la dignità per le sofferenze e le ingiustizie patite del nostro popolo ad opera di tutti i totalitarismi.

Domenica 24 aprile 2022 recatevi alle urne. Votate per la trasparenza, per il dialogo, per l’unitarietà, per la democrazia, per l’Istria. Cerchiate il N° 1, votate Maurizio Tremul, scegliete il futuro della CNI.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display