Turismo, una porta d’accesso al Carso

Nell’area di Divaccia sorgerà un Centro informativo nell’ambito del geo-parco transfrontaliero

Le Grotte di San Canziano

Nell’area della zona commerciale “Risnik” presso Divaccia, sorgerà entro il 2023 un moderno Centro di interpretazione e informazione. Nelle intenzioni dei promotori la struttura costituirebbe un punto di partenza logistico per i visitatori dell’area più ampia e offrirebbe anche prodotti gastronomici locali e altri prodotti, diventando di fatto la porta d’accesso al Carso. L’idea di realizzare tale Centro è nata nell’ambito del progetto di istituzione del geo-parco transfrontaliero “GeoKarst”, compreso nel programma Interreg Italia-Slovenia, tramite il quale si vuole oltretutto arricchire l’offerta turistica esistente nel Parco delle Grotte di San Canziano. Come ha affermato nel corso di una conferenza in remoto il manager dell’Ente pubblico, Borut Perič, l’intento è stabilire un punto d’ingresso riconoscibile e una sorta di Centro logistico per i visitatori della più ampia area carsica, al fine di aumentarne la visibilità e promuovere i prodotti locali. Allo stesso tempo rafforzeranno la consapevolezza di tutelare la natura, sulla base di uno sviluppo sostenibile, oltre a fornire ulteriore occupazione e una migliore potenzialità del turismo. La posizione proprio a ridosso dell’autostrada è stata scelta anche perché è al centro dei flussi turistici. La struttura metterà a disposizione dei visitatori biciclette e auto elettriche ed eventualmente servizi navetta per visitare i dintorni. È stato già realizzato un design concettuale per il progetto. Si penserà anche ad un capiente parcheggio, dove ci sarà spazio all’incirca per 80 veicoli. Secondo Perič, la documentazione del progetto dovrebbe essere pronta entro marzo e un permesso di costruzione è previsto per la fine di quest’anno. I fondi per l’investimento, stimato in circa tre milioni di euro, saranno poi cercati attraverso varie gare d’appalto.

Facebook Commenti