Tartini Festival: al via con i Solisti Veneti

Il tradizionale ciclo di concerti estivi, giunto alla 20.esima edizione presenta nomi di spicco della scena musicale

I Solist Veneti al chiostro di Pirano

I”Solisti Veneti” hanno aperto, sabato scorso a Pirano, la 20.esima edizione del “Tartini Festival”, che si protrarrà fino al 9 settembre. “In questi anni la manifestazione è diventata il principale Festival internazionale di musica classica, che attira molti visitatori ogni agosto e settembre. Oltre al pubblico nazionale, negli ultimi anni sono accorsi diversi ospiti stranieri, che passando le vacanze nel Piranese, tornano a seguire il “Tartini Festival” hanno commentato gli organizzatori, l’Associazione culturale “Lib-art”. Il chiostro del Convento dei frati francescani minori, nel centro storico cittadino, ha fatto da palcoscenico al primo evento musicale del Festival internazionale estivo di musica da camera, dedicato a Giuseppe Tartini, che ha visto impegnata l’orchestra “Solisti Veneti”, fondata nel 1959. Ha ottenuto tra i più alti riconoscimenti mondiali in campo musicale, oltre alla targa designatagli dal Parlamento europeo proclamandoli “promotori straordinari della cultura al di là delle frontiere”. Hanno collaborato con Placido Domingo, Josè Carreras e anche Ennio Morricone ha dedicato loro alcune sue composizioni. Ad esibirsi con l’orchestra sabato è stato i flautista Massimo Mercelli, allievo di celebri flautisti che a soli 19 anni divenne primo flauto al Teatro “La Fenice” di Venezia. I musicisti, diretti da Giuliano Carella, hanno eseguito musiche di Albinoni, Vivaldi e Tartini, dove Mercelli ha dato dimostrazione della sua bravura. A raccogliere fragorosi applausi sono stati anche Gianantonio Viero e Giuseppe Barutti al violoncello e Lucio Degani al violino. Al Festival ogni anno viene presentato anche il violino di Tartini, che viene suonato per l’occasione dai più famosi violinisti internazionali. Il chiostro di Pirano ha ospitato ieri sera il gruppo di musica antica “Europeo Barocco” con l’esecuzione di quattro sonate di Pietro Antonio Locatelli, Gaetano Pugnani e Tartini. Il prossimo appuntamento è fissato sempre nello scenario piranese, per venerdì prossimo, con la “Nuova Orchestra da camera di Ferruccio Busoni”, una delle prime orchestre da camera sorte in Italia nel dopoguerra e la più antica della Regione Friuli Venezia Giulia. Sabato, 28 agosto, invece, si presenterà al pubblico il quartetto internazionale “Il Terzo Suono” composto da Jasna Nadles al flauto, Gianpiero Zanocco al violino, Andres Mehne alla viola e Milan Vrsajkov al violoncello. Martedì, 31 agosto si esibirà il trio “Frequenze diverse” composto da Anna Colacioppo al traversiere, Tomaso Luison al violino e Willem Peerik al clavicembalo. Pirano concluderà il ciclo di concerti venerdì, 3 settembre con il trio “Sergio Gaggia” composto da Vincenzo e Francesco Mariozzi, rispettivamente al clarinetto e violoncello e Andrea Rucli al pianoforte. Nell’ambito dell’evento, inoltre, anche quest’anno sono previste le serate musicali denominate “Tartini junior”, che propongono al pubblico giovani musicisti.

Al flauto Massimo Mercelli

Le esibizioni sono in programma il primo e il 4 di settembre a Capodistria, nell’atrio di Palazzo Pretorio. A conclusione della manifestazione, il 9 e l’11 settembre il “Tartini Festival” offre due date nella capitale slovena.

Il dirigente Giuliano Carella ringrazia il caloroso pubblico

Facebook Commenti