Sul bilinguismo spese garantite

La riunione di ieri tra le CAN e l’ufficio governativo per le comunità nazionali

CAPODISTRIA| Incontro di lavoro ieri a Capodistria tra i funzionari dell’Ufficio governativo per le Comunità nazionali, guidati dal direttore, Stanko Baluh e i rappresentanti della Comunità Nazionale Italiana, con in testa il vicepresidente della CAN costiera e presidente della CAN di Isola, Marko Gregorič, affiancato dai presidenti delle CAN di Pirano, Andrea Bartole e di Capodistria, Fulvio Richter, nonché dalle responsabili dei servizi professionali delle CAN di Isola e di Ancarano, Agnese Babič rispettivamente Lara Može. Come rilevato in un comunicato emesso al termine della seduta, l’incontro aveva in agenda l’informazione sui preparativi del Decreto governativo relativo al cofinanziamento del bilinguismo e all’attuazione dei diritti costituzionali delle Comunità nazionali autoctone, italiana e ungherese, in base alle delibere approvate dal governo sloveno nell’aprile scorso. Sono stati illustrati i criteri e le formalità necessarie per accedere ai finanziamenti e per rendicontarli. La grande novità, apportata dalle modifiche, è la determinazione delle sovvenzioni per il bilinguismo automaticamente, a seconda delle spese pro capite riconosciute ad ogni Comune delle aree nazionalmente miste. Cesserà pertanto l’obbligo di discutere anno per anno l’ammontare di questi cofinanziamenti, con il relativo invio delle richieste a Lubiana. Ai rappresentanti delle Comunità Autogestite della Nazionalità del territorio istriano sono state illustrate le procedure richieste. In autunno è stato annunciato un nuovo incontro tra l’Ufficio governativo per le Comunità nazionali e i Comuni dove queste operano, per specificare meglio le modalità di rendiconto delle spese sostenute.

Facebook Commenti