Slovenia. Scuole CNI: un caloroso benvenuto per oltre 70 neoalunni

I bambini delle SE “Vincenzo e Diego de Castro”

Emozione e curiosità nel primo giorno di scuola per gli oltre settanta bambini che per la prima volta hanno varcato i battenti delle scuole dell’obbligo con lingua d’insegnamento italiana in Slovenia. Dopo la giornata introduttiva odierna, domani inizieranno ufficialmente le lezioni anche per loro. A Santa Lucia, una delle sedi dislocate della scuola elementare “Vincenzo e Diego de Castro” di Pirano, la prima classe di quest’anno conta ben diciotto alunni, mentre a Sicciole sono sei i neo scolari.

I neoalunni della sede di Santa Lucia

Analoghe cerimonie di accoglienza nelle prime classi, si sono svolte in tutti gli istituti dell’obbligo dei Comuni costieri. La scuola elementare “Pier Paolo Vergerio il Vecchio” di Capodistria, nelle sue quattro sezioni ha accolto in tutto trentacinque bambini nelle prime classi. Di questi quindici frequenteranno la sezione centrale di Capodistria e dieci quella di Crevatini, mentre saranno composte da cinque alunni le prime classi delle sedi di Semedella e Bertocchi. L’elementare “Dante Alighieri” di Isola, invece, ha accolto festosamente sedici neoscolari che frequenteranno la prima classe.
Sono finite le vacanze anche per i 74mila studenti delle scuole medie superiori del Paese. Tra i due ginnasi e la moltitudine di indirizzi della Scuola media tecnico professionale di Isola i nuovi studenti saranno una quarantina. Sedici al “Gian Rinaldo Carli” di Capodistria, cinque al ginnasio “Antonio Sema” di Pirano, mentre 18 hanno scelto la “Pietro Coppo” di Isola, ovvero sette iscritti al programma “Tecnico in economia”, tre a “Educazione prescolare”, due i futuri meccanici, quattro informatici e due nel settore della gastronomia. Dodici allievi, invece, proseguiranno il percorso formativo in seno all’istituto per altri due anni nell’ambito del programma ITP.

Facebook Commenti