Pronto soccorso in bici un servizio integrativo

ISOLA| Dopo la fase sperimentale dell’estate scorsa, anche quest’anno è stato attivato il soccorso in bicicletta. Il progetto include dodici operatori sanitari, attivi da alcuni giorni nell’area di Isola, che vanno a integrare il servizio di assistenza sanitaria durante l’alta stagione, in particolare i cosiddetti ambulatori turistici. Nel periodo di prova dell’anno scorso, attuato dal 15 agosto al 30 settembre, in ben tre casi dei sette interventi compiuti, i soccorritori su due ruote hanno alleviato il sistema di Pronto soccorso, rendendo non necessario l’intervento dell’ambulanza. Il locale Servizio di soccorso, che opera nell’ambito della Casa della salute di Isola, segue così la prassi delle città più grandi, dove durante la stagione turistica è garantita la presenza di operatori sanitari in aree difficilmente raggiungibili e dove la concentrazione di persone è più alta, come i centri storici. Il responsabile, Igor Crnić, ha stimato che proprio la cittadina di Isola, in base alla sua superficie e all’accessibilità limitata di alcune zone, risulta la più adatta per questo tipo di soccorso. Già durante il primo giorno di attività, i soccorritori sono stati chiamati per un intervento, evitando l’arrivo dell’ambulanza, visto che la situazione non ne necessitava. Attualmente lo sponsor è lo storico negozio di biciclette isolano “Ritoša” ma, così Crnić, continua la ricerca di ulteriori sostegni finanziari. Durante l’alta stagione sono operativi anche gli ambulatori turistici. Quello di Isola è attivo da questo lunedì ed è aperto tutti i giorni della settimana dalle ore 14 alle 15. Dallo scorso mese, presso la Casa della salute di Santa Lucia, è attivo anche il medesimo servizio sanitario, che opera tutti i giorni dalle ore 7 alle 24. Entrambi gli ambulatori rimarranno aperti fino ai primi di settembre. Per i casi più complessi ci si potrà sempre rivolgere al numero 112.

Facebook Commenti