Insegnare l’italiano: sostegno alle scuole

Il Console Giuseppe D’Agosto in visita ad alcuni istituti sloveni

Giuseppe D’Agosto, Ingrid Poropat e Nives Zudič Antonič

Il Console generale d’Italia a Capodistria Giuseppe D’Agosto e Nives Zudič Antonič, responsabile del Dipartimento di Italianistica alla Facoltà degli studi umanistici di Capodistria, hanno fatto visita ieri alla scuola elementare slovena di Capodistria, accolti dalla preside Ingrid Poropat, per la consegna di materiale didattico. Il dipartimento dell’Università del Litorale ha organizzato lo scorso anno il corso di formazione per insegnanti “Giocare in aula non è uno scherzo: la didattica ludica nell’insegnamento dell’italiano”, grazie anche al contributo del Ministero italiano degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale e beneficiando della collaborazione del Consolato Generale di Capodistria e dell’Istituto Italiano di Cultura di Lubiana. È stato convenuto inoltre di fornire ai partecipanti dei materiali didattici particolarmente utili e adeguati alla didattica a distanza. Vista la situazione critica in corso, già la prima parte dell’incontro svoltosi lo scorso dicembre attraverso l’applicazione Zoom, ha offerto ai docenti strumenti didattici virtuali e risorse online, preziose per accattivarsi l’attenzione dei discenti e incrementare la loro motivazione. Nell’ultimo anno molti insegnanti hanno dovuto cambiare l’approccio didattico, non per scelta personale, ma per necessità, vedendosi sommersi da una mole di lavoro di adattamento. Relatrice del corso è stata Paola Baccin, docente di lingua italiana presso il Dipartimento di Lettere Moderne dell’Università di San Paolo in Brasile e anche nel prossimo incontro previsto per aprile, fornirà un panorama delle risorse per l’elaborazione di attività ludiche disponibili in rete aprendo anche uno spazio di discussione utile per scambiare buone pratiche. L’idea ha coinvolto molte scuole non soltanto del Litorale e il Console D’Agosto, dopo aver fatto visita nei giorni scorsi agli istituti del Goriziano, ieri è stato ricevuto oltre che all’elementare di Capodistria pure alla scuola dell’obbligo a Monte di Capodistria (Šmarje). In quest’ultimo caso l’evento ha visto anche l’allestimento di un breve spettacolo degli allievi, a detta del Console D’Agosto molto emozionante, per celebrare tra l’altro la consegna dei premi assegnati loro attraverso il concorso “100 Gianni Rodari – Sulle ali della fantasia”, un altro progetto organizzato dal Dipartimento di Italianistica con la collaborazione del Consolato Generale d’Italia a Capodistria, della CAN di Pirano e della CI “Giuseppe Tartini”. Il programma per festeggiare i 100 anni dalla nascita di Gianni Rodari ha offerto vari eventi per evidenziare i contenuti d’avanguardia della poetica dell’autore, dalla proiezione di film e documentari tratti dalle sue opere letterarie, oltre a laboratori artistici.

Materiale didattico

La responsabile del Dipartimento di Italianistica Nives Zudič Antonič ha rilevato tra l’altro che è prevista un’escursione nei luoghi di Rodari e continuerà pure l’allestimento della mostra itinerante dal titolo “Il favoloso Gianni – Antologia murale in 21 pannelli”, già inaugurata lo scorso ottobre presso gli spazi dell’Ateneo capodistriano, attualmente in visione a Pirano, mentre ad aprile sarà messa in mostra alla scuola di Capodistria. Purtroppo la premiazione ufficiale del concorso non è stata resa possibile per cui i premi sono stati inviati direttamente agli istituti.

L’incontro alla scuola elementare di Capodistria

Al concorso hanno partecipato 272 allievi, seguiti da 21 docenti, provenienti dalle scuole elementari dell’area costiera, quali la “Vincenzo e Diego de Castro” di Pirano, la “Dante Alighieri” di Isola e la “Pier Paolo Vergerio il Vecchio” di Capodistria, nonché la scuola elementare con lingua d’insegnamento slovena di Monte di Capodistria. Per quanto riguarda i programmi futuri la Zudič Antonič ha rivelato di avere alcune idee per un progetto dedicato a Dante Alighieri da realizzare in autunno nell’ambito della Settimana della lingua italiana, mentre il Console Giuseppe D’Agosto ha fatto sapere di lavorare a un Concorso transfrontaliero per le scuole, dove i discenti sarebbero invitati a pubblicizzare, sotto varie forme, la propria città per un turismo di vicinanza.

Facebook Commenti