Estate sicura al mare con gli agenti in bici

La campagna informativa per favorire gli accorgimenti antiborseggio e l’introduzione delle pattuglie ottengono riscontri positivi tra residenti e turisti

0
Estate sicura al mare con gli agenti in bici
Un agente di Polizia di pattuglia in bicicletta. Foto: KRIS DASSENA

Il caldo e il bel tempo attirano in spiaggia un gran numero di bagnanti, ma anche i cosiddetti “topi d’ombrellone” che approfittano dell’assenza momentanea delle persone per appropriarsi dei loro effetti personali. In regione, la spiaggia in cui annualmente vengono registrati più furti è quella di Portorose, pertanto in seno alla campagna nazionale di informazione “Estate sicura”, nei mesi estivi la stazione di Polizia di Pirano ormai da un decennio è impegnata in azioni di prevenzione, volte a condividere alcuni semplici accorgimenti per prevenire indicenti spiacevoli. “Avere sempre sott’occhio i propri affetti personali, non lasciarli in bella vista, non portare in spiaggia oggetti di valore, avere con sé soltanto lo stretto necessario”. Come ha ricordato l’addetta stampa del Dipartimento di Polizia di Capodistria, Anita Leskovec, alla conferenza stampa indetta martedì, sono pochi e semplici gli accorgimenti che ognuno può fare per proteggere i propri effetti personali dalle mani dei furfanti. “Eppure, di anno in anno, constatiamo che è necessario rinnovare gli inviti alla prudenza”, ha rilevato da Leskovec. In una delle località turistiche più gettonate del Paese, la stagione turistica rappresenta proprio il periodo più critico dell’anno per quanto riguarda la criminalità.

“In base alle statistiche, dal 15 giugno al primo settembre generalmente registriamo un complessivo incremento di tutti i reati del 30 per cento”, ha sottolineato il Comandante della Stazione di Polizia di Pirano, Matjaž Žerjal. Dal primo giugno al primo agosto di quest’anno gli agenti di Polizia del piranese hanno trattato 150 infrazioni del codice penale, di cui 18 furti in spiaggia. “Sinora è stato identificato soltanto l’autore di un reato. In alcuni casi il danno materiale è stato stimato persino a mille euro” ha affermato Žerjal. Negli ultimi anni, tra gli oggetti che fanno particolarmente gola ai malviventi ci sono pure le biciclette e i monopattini elettrici. Nel Comune di Pirano nell’arco di due mesi ne sono stati rubati 16. Per rendere le spiagge ancora più sicure, la Polizia locale ha introdotto il servizio di pattuglia in bicicletta che sta avendo un’ottima ricaduta sia tra la popolazione locale che tra i turisti: “La gente si sente più tranquilla e sicura, sapendo che non deve stare lì tutto il tempo a vigilare che qualcosa non venga loro rubato, in quanto ci siamo noi qui. Siamo sempre pronti a intervenire e a disposizione per qualsiasi cosa” ha dichiarato l’agente David Šare.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display