Elezioni CNI 2022. Tremul alla CI Santorio: «Servono alta cultura e aggregazione»

0
Elezioni CNI 2022. Tremul alla CI Santorio: «Servono alta cultura  e aggregazione»
Maurizio Tremul durante l'incontro a Capodistria. Foto Kris Dassena

Nella sede della Comunità degli Italiani “Santorio Santorio” di Capodistria ha avuto luogo l’ultimo appuntamento di Maurizio Tremul, candidato in lizza per la presidenza dell’Unione Italiana, con i connazionali della Slovenia. È stato un calendario fitto di incontri il suo, poiché nonostante la brevità di questa campagna elettorale si è impegnato a visitare quanti più sodalizi in modo da presentare il programma e dialogare con i soci. Non è andata diversamente a Capodistria. Tremul ha avviato l’incontro sottolineando che nonostante sia attivo da un trentennio nell’ambito dell’organizzazione che attualmente presiede, non si è mai “arrugginito”, in quanto è stato sempre attorniato da giovani collaboratori che hanno portato nuove idee e nuovi stimoli. Nel caso domenica incassasse la fiducia degli elettori, Tremul si è detto disposto a seguire questa linea per forgiare i nuovi dirigenti dell’Unione Italiana. Come ha tenuto a precisare, il suo indirizzo programmatico è frutto di un lavoro corale ed è oltretutto un progetto in costante divenire, in quanto è sempre propenso ad ascoltare e considerare idee, proposte e osservazioni dei connazionali. Tra i punti focali contenuti nel suo programma anche l’impegno a promuovere la digitalizzazione per rendere le questioni più semplici e veloci e mettere l’Unione Italiana al servizio dei connazionali. Durante l’incontro è emersa anche la necessità di aprire le porte dei sodalizi e promuovere diversi tipi di appuntamenti e attività che vadano a incontrare i molteplici interessi dei soci: “Certo, è necessario organizzare conferenze, mostre e serate letterarie, perché non si può vivere di solo pane, ma anche di cultura, ma la gente ha bisogno anche dei tornei di briscola, delle gite, di farsi la ‘cantada’ e la ‘sardelada’. Ci vuole alta cultura, ma pure aggregazione, soprattutto ora dopo due anni di pandemia”, ha sottolineato. Nell’ultimo periodo si è parlato molto di unitarietà, concetto che, secondo Tremul, viene interpretato in maniera differente dai due candidati alla presidenza dell’Unione Italiana. “Reputo che non serva fare alcun accordo con nessuno per essere più rappresentativi nei confronti dell’Italia. Le CAN e i Consigli della minoranza hanno il compito di fare politica e difendere i nostri diritti in Croazia e Slovenia. L’Unione Italiana è l’unica che ingloba tutti gli italiani ed è riconosciuta come rappresentante unitaria verso l’Italia”, ha rimarcato anche in quest’occasione. Maurizio Tremul ha concluso il suo intervento lanciando un appello ai connazionali ad andare a votare questa domenica anche per dimostrare interesse nei confronti delle istituzioni comunitarie.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display