Comunità degli Italiani. È attesa per la riapertura

Complice l’andamento epidemiologico in regione i sodalizi come quello di Crevatini, auspicano la riapertura

Uno degli spettacoli allestiti dalla CI in sede, a Crevatini

Con gli ultimi allentamenti delle misure restrittive adottati dal governo per le cinque regioni gialle, tra cui la costiero carsica, anche le Comunità degli Italiani si preparano a riprendere le attività. Con la speranza che il quadro epidemiologico non peggiori e di conseguenza, porti a nuove chiusure, la Comunità degli Italiani di Crevatini si accinge a organizzare eventi e ricorrenze per i prossimi mesi. Il sodalizio, presieduto da Maria Pia Casagrande, quest’anno festeggia trent’anni d’attività e tra le novità dei servizi che offre ai propri soci spicca la biblioteca. Un angolo dedicato alla lettura già operativo, nel pieno rispetto delle norme per prevenire la diffusione del Covid, che aspetta le condizioni adatte per organizzare l’apertura ufficiale. La biblioteca della CI di Crevatini offre una sezione di narrativa italiana e straniera tradotta in italiano, oltre a quella dedicata ai piccoli, giovani lettori e qualche titolo anche in lingua slovena ed era pronta ad aprire i battenti già da tempo, ma la pandemia ha costretto a posticipare l’inaugurazione a tempi migliori. Nonostante ciò è possibile prenotare i libri tramite l’indirizzo di posta elettronica [email protected] Il sistema, che opera su piattaforma “ClavisNG”, è gestito dalla Biblioteca centrale “Srečko Vilhar” di Capodistria nell’ambito del sistema bibliotecario della Comunità Nazionale Italiana in Slovenia.

La presidente della CI di Crevatini, Maria Pia Casagrande, all’ultima celebrazione di Santa Brigida

Appena sarà realizzabile, il sodalizio ha pronto in serbo un concerto della Civica orchestra di fiati “Giuseppe Verdi” di Trieste da ospitare all’aperto, evento pianificato per celebrare l’anno dantesco. Visto il successo della mostra fotografica virtuale “Crevatini un tempo; volti e storie di vita”, ancora visitabile sul sito della CI www.comunita-crevatini.org, verrà realizzato un catalogo a tema e una seconda parte dell’esposizione degli scatti di vita, intitolata “Crevatini ieri e oggi”, oltre a una sui mestieri di una volta, le quali, si spera, si possano organizzare in presenza. In piena estate, come da tradizione, ci si augura, inoltre, di poter portare a termine le celebrazioni in onore di Santa Brigida di Svezia, la particolarità della CI di Crevatini.

Una della mostre virtuali visitabili

Facebook Commenti