Capodistria. Volontari in aiuto agli anziani

Aiutiamo le categorie piu deboli!

Oltre ad aver adottato misure di contenimento di diffusione del coronavirus, i quattro Comuni istriani stanno creando una rete di volontariato per dare una mano alle categorie più fragili e fermare davvero la vita pubblica per almeno una quindicina di giorni. Nell’area costiera i casi di infezione confermati per il momento sono pochi secondo i dati forniti dall’Istituto nazionale di sanità pubblica (NIJZ) ma, visto il lungo periodo di incubazione del virus, la cautela è quanto mai necessaria. Da questa settimana la vita nei Comuni costieri è rallentata drasticamente, come è giusto che sia in questa serissima situazione. Nonostante il fermo dei mezzi pubblici, anche il traffico di automobili è diminuito, i parcheggi sono gratuiti e anche gli abbonamenti dei cittadini scaduti o in procinto di scadenza rimarranno validi sino a nuovo avviso. Le località stanno rafforzando anche i servizi di accompagnamento per gli anziani, a Capodistria sono state aggiunte quattro vetture al parco macchine, dove per informazioni e prenotazione è necessario rivolgersi al numero 030 710 007. Anche a Isola è stato intensificato il servizio “Prostofer”, il coordinatore Srečko Langeršek rimane a disposizione al numero 051 602 392 tra le ore 8 e le 15. Entrambi i servizi di trasporto sono destinati esclusivamente a persone sane. I conducenti proteggeranno in ogni caso adeguatamente sé stessi e i veicoli, arieggiandoli e disinfettandoli dopo ogni trasporto. Rimane comunque l’imperativo di rimanere in casa, uscire il meno possibile e soltanto per ragioni plausibili, perciò si sta instaurando una rete di persone che daranno una mano alle categorie più a rischio. I vertici della Protezione civile e il Comune di Pirano esortano tutte le persone sane, nelle fasce d’età dai 18 ai 50 anni, disposte a fornire il proprio aiuto a chiamare il numero 031 358 864 e segnalare la propria disponibilità. “Vi preghiamo anche di dimostrare la vostra solidarietà chiamando per telefono i vostri parenti, amici o altri, chiedendo se hanno bisogno del vostro aiuto. Se siete sani, potete essere per loro il sostegno più grande, poiché hanno fiducia in voi. Offrite il vostro aiuto nell’ambito delle vostre possibilità”, l’invito del sindaco di Pirano, Đenio Zadković. Anche la locale CAN e la CI “Giuseppe Tartini” si mettono a disposizione dei connazionali anziani, delle persone più a rischio e di chi è impossibilitato a spostarsi per la consegna della spesa, dei beni di prima necessità, dei medicinali.

Intensificati i servizi di accompagnamento per anziani

In questo periodo la solidarietà è fondamentale, ribadiscono i piranesi, dove cercheranno di organizzarsi con l’aiuto dei soci più giovani. Per le richieste è necessario telefonare ai numeri 05 6730 140, 05 6730 141 e 041 318 196 il martedì e il mercoledì dalle ore 9 alle 12. Chi fosse disposto ad aiutare nel Comune di Capodistria può rivolgersi, invece, all’indirizzo di posta elettronica [email protected] oppure compilando il modulo reperibile sul sito https://www.1ka.si/a/260201. Ad Ancarano, infine, gli anziani possono chiamare al numero 051 288 197 per farsi portare la spesa o per l’acquisto dei medicinali da parte dei volontari, nei giorni feriali dalle ore 8 alle 14. Si ricorda, comunque, che il numero di contagi è in rapida crescita e di rispettare minuziosamente le misure di protezione, ossia lavarsi le mani, disinfettare, tossire in un fazzoletto che va poi gettato, mantenere una distanza adeguata (almeno 1,5 metri), evitare lavoretti inutili e soprattutto se possibile stare a casa. Infine, nel caso ci si ammali, è necessario chiamare il proprio medico e seguire le sue indicazioni e non recarsi spontaneamente al poliambulatorio.

Facebook Commenti