Capodistria. Società turca investe su componenti auto

Dall’azienda «Cimos» sono stati acquistati i locali già affittati precedentemente

La società turca “AK Automotive” ha recentemente acquistato dalla capodistriana “Cimos” i locali che aveva precedentemente affittato, contando di espandere la produzione. Da quanto rilevato dai vertici aziendali, nel padiglione di nuova costruzione installeranno una linea moderna e funzionale per un investimento superiore ai 20 milioni di euro. Nel 2018, “AK Automotive” ha costituito la holding turca “Kücükogl”, che aveva rilevato anche il programma cinematico della “Cimos”. Come ha ricordato all’agenzia STA il direttore della fabbrica di Capodistria Bülent Göral, attualmente stanno producendo parti di automobili per marchi come “Audi”, “Daimler”, “Volkswagen” e “Aston Martin”.

Koper, Cimosova tovarna. Dan odprtih vrat koprske tovarne druzbe Cimos. Foto: Lena Dujc/STA

Oltre ai padiglioni esistenti, hanno in programma di costruirne uno nuovo, di circa 2.000 metri quadrati, in cui installeranno macchinari per produrre componenti auto più grandi e parti per i telai. “Considerando le sedi dei nostri clienti, vediamo la “Cimos” in una posizione strategica vantaggiosa”, ha spiegato Göral. Sebbene non rivelino dettagli sulle loro operazioni a Capodistria, i manager turchi hanno dichiarato di aver operato in perdita negli ultimi due anni ma, come previsto, sono ora intenzionati a stanziare dei fondi per ulteriori investimenti. Cresce anche il numero dei dipendenti dello stabilimento di Capodistria. Dagli attuali 75, arriveranno a 95 entro la fine di quest’anno ed entro la fine del 2023 dovrebbero avere 220 dipendenti, di cui circa il 30 per cento saranno ingegneri e periti meccanici.

Una linea di produzione

Facebook Commenti