Bogatič e Korenika, sindaci a Isola e Pirano

0
Bogatič e Korenika, sindaci a Isola e Pirano
Andrej Korenika al voto da casa per una indisposizione. Foto: Gianni Katonar

Ultimo appuntamento elettorale del 2022 ieri in 47 dei 212 Comuni sloveni. I cittadini chiamati alle urne per scegliere con i ballottaggi, i rispettivi primi cittadini sono stati oltre 490mila. In regione sono stati interessati dalla battaglia elettorale tra i migliori candidati di domenica, 20 novembre, Isola e Pirano. Capodistria e Ancarano avevano già riconfermato anche per i prossimi 4 anni rispettivamente Aleš Bržan e Gregor Strmčnik. Da ora in poi, però, ai loro incontri di coordinamento istriani troveranno due nuovi interlocutori. A Isola, infatti, si è verificato il previsto cambio della guardia. Milan Bogatič del Movimento libertà, si è imposto nettamente con il 57,40 per cento dei voti sul sindaco uscente, Danilo Markočič, sostenuto dalla sua lista civica, che si è fermato al 42,60%. Ha prevalso, quindi, la volontà di cambiamento, tanto promossa in campagna elettorale, dove al primo cittadino in carica da 4 anni non sono state risparmiate gravi accuse di presunte malversazioni e di aver fatto troppo poco per lo sviluppo della città e del suo entroterra. La nuova compagine in municipio dovrà partire dall’attuazione del Piano regolatore, che una volta approvato era stato bloccato da un referendum popolare, per passare al recupero delle aree degradate lungo il perimetro esterno della città, alla promessa nuova politica degli alloggi da destinare ai giovani, che si attendono anche opportunità nel mondo del lavoro. Saranno sfide che attendono anche a Pirano il nuovo sindaco, Andrej Korenika, che con la sua lista civica ha battuto, un po’ a sorpresa, Gašpar Gašpar-Mišič, veterano della politica locale e nazionale. Il divario è stato piuttosto netto, 58,48 per cento contro il 41,52%. Per il vincitore si tratterà di riorganizzare un po’ tutto il funzionamento del Comune, anche qui alle prese con profonde differenze nello sviluppo tra le zone turistiche lungo la costa e l’entroterra rurale sui colli. Alla nuova gestione toccherà riaprire l’annoso capitolo dei parcheggi mancanti, di affrontare il vero esodo dei piranesi dal centro città, da dove spariscono anche servizi e negozi. Stando ai resoconti della Commissione elettorale centrale le operazioni di voto si sono svolte regolarmente, con poche violazioni del silenzio elettorale, legate soprattutto all’uso non consentito dei social. Ancora bassa l’affluenza alle urne, che in questa tornata si aggirerà sul 40%, con alcuni punti percentuali in meno ancora a Isola e Pirano. Tutti i risultati sono ancora ufficiosi e incompleti poiché mancano le schede elettorali che perverranno domani per posta. Il divario tra i candidati è però tale che l’esito delle elezioni non può essere più modificato.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display