Ancarano. Il mare si tinge di rosso

Lungo la costa torna l’allarme dovuto al proliferare delle alghe

Il mare rosso ruggine ad Ancarano

Nei giorni scorsi in vari punti davanti alle località della costa slovena, il mare si è tinto di rosso. Domenica pomeriggio il fenomeno si è manifestato pure ad Ancarano (nella foto) attirando l’attenzione dei visitatori, numerosi soprattutto nel locale campeggio. Alcuni hanno pensato a un caso di inquinamento, perché il colore era in alcuni punti molto simile alla ruggine, ma niente di tutto questo. Si tratta, invece, della fioritura della microalga denominata Noctiluca Scintillans, che appartiene al gruppo dei Dinoflagellati. Un fenomeno naturale, assicurano gli esperti, perciò non dannoso per la salute, ma vista la reazione della gente in spiaggia, nessuno ha voluto metter piede in acqua o tentare un tuffo. La fioritura inizia a verificarsi nei periodi primaverili, quando l’aumento delle temperature favorisce la crescita delle alghe, per poi cessare nel periodo estivo, quando la lunga esposizione al sole ne determina un arresto.

 

L’effetto è di una colorazione di giorno (comunemente nota come “marea rossa”), mentre di notte talvolta può assumere sfumature fosforescenti bluastre, grazie a una particolare combinazione di enzimi. Le fioriture fitoplanctoniche, che si presentano spesso a chiazze, vengono trasportate dalla corrente e hanno un’elevata variabilità spazio-temporale.

Facebook Commenti