Ancarano. Costituiti il Consiglio e la CAN

0
Ancarano. Costituiti il Consiglio e la CAN
Foto di gruppo dei consiglieri comunali di Ancarano. Foto: GIANNI KATONAR

Seduta costitutiva giovedì sera per la CAN comunale di Ancarano. Dopo aver dato lettura del verbale della commissione elettorale particolare, sono stati confermati i cinque consiglieri eletti e precisamente: Linda Rotter, Sergio Angelini, Franko Železnjak, Danijela Pirš e Maia Nerina Bertoch. Subito dopo è stata confermata presidente anche per i prossimi 4 anni, Linda Rotter che, assumendo la guida della riunione, ha spiegato che l’elezione della sua vicepresidente è rinviata alla prossima seduta, visto che la candidata proposta, Maia Nerina Bertoch, è assente giustificata. Il Consiglio della CAN di Ancarano discuterà e approverà il piano di lavoro per il 2023 nel corso della prossima seduta. Rotter ha comunque rilevato che tra i compiti principali del prossimo quadriennio ci sarà l’individuazione di una sede adeguata per i connazionali di Ancarano, in quanto i vani utilizzati attualmente per le attività sono troppo angusti. Tra le altre priorità ha indicato la tutela della lingua e della cultura italiane. Saranno riproposte tutte le iniziative del passato che si sono rivelate utili sia in campo formativo sia sportivo, senza dimenticare l’aggregazione. Alla riunione era presente anche la rappresentante italiana nel Consiglio comunale, Martina Angelini, che al termine ha partecipato alla seduta costitutiva del massimo organismo comunale. È servita a confermare l’elezione al primo turno, il 20 novembre scorso, del sindaco Gregor Strmčnik e dei consiglieri appartenenti a tre liste. “Amiamo Ancarano”, formazione del primo cittadino, ha conquistato 6 dei 13 seggi disponibili, 4 seggi sono andati allo schieramento “Siamo tutti Ancarano”, mentre altri 2 sono stati ottenuti dal Movimento Libertà. A loro si aggiunge, appunto, Martina Angelini in rappresentanza della CNI. Nel suo intervento di saluto, Strmčnik ha auspicato una proficua collaborazione con il Consiglio, in modo tale che tutti possano contribuire allo sviluppo della municipalità, realizzando i programmi già approvati. Ha rilevato ancora che si adopererà per rapporti costruttivi con gli organismi statali e con i Comuni vicini. In merito alla Comunità Nazionale Italiana ha rilevato che Ancarano ne avrà particolare cura e che intende essere un esempio di buona prassi per le Amministrazioni locali da ambedue le parti del confine. Stando alle prese di posizione ufficiose in calce alla seduta, sembrerebbe risolto il contenzioso sul vicesindaco italiano, che per Statuto poteva anche non essere nominato, nel caso vi sia un solo sostituto del sindaco. Nel corso della prossima seduta Strmčnik scioglierà il nodo dei suoi vice e dovrebbe riconfermare tra essi anche Martina Angelini.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display