Alla CAN di Ancarano fissato il piano di lavoro

Nonostante le incognite legate alla situazione epidemiologica i consiglieri intenzionati a sostenere l’attività di bimbi e adulti

Un concerto in spiaggia di qualche anno fa

Il Consiglio della CAN di Ancarano ha discusso il piano di lavoro per il 2021. Pur premettendo che le incognite sono molte e tutte legate alla situazione epidemiologica dei prossimi mesi, i consiglieri hanno voluto guardare con ottimismo all’anno in corso. “Il 2020 è stato anche per noi come per tutti gli altri un periodo difficile, dominato dalla pandemia di Covid-19 e scandito dalle limitazioni imposte per scongiurare il diffondersi del virus. Ci siamo adeguati e siamo riusciti a realizzare ugualmente alcuni punti del nostro programma. Voglio sottolineare il corso di vela, giunto alla terza edizione, l’escursione in mare per conoscere meglio la nostra splendida costa, a Punta Grossa abbiamo realizzato un’importante collaborazione con i Lions Club e la Croce Rossa e precisamente dei laboratori per i bambini in villeggiatura per presentare loro la lingua italiana. Grande successo è stato riscosso dall’iniziativa “Il Diario al tempo di Corona”, dove gli attivisti hanno presentato le loro esperienze legate all’emergenza sanitaria. L’interesse è stato tale che abbiamo deciso di reiterarlo. Nei giorni scorsi abbiamo completato un’iniziativa partita lo scorso anno, ma ostacolata dall’emergenza sanitaria, ossia i grembiulini per i bambini che frequentano l’asilo “Delfino blu”, ci ha riferito la presidente della CAN, Linda Rotter. Per il 2021 è stato stilato e approvato un lungo programma di attività che va dalle lezioni di italiano per i più giovani agli incontri con gli anziani per una chiacchierata, sempre in italiano, per finire con i corsi di lingua slovena per i connazionali.

Linda Rotter

La Comunità autogestita della nazionalità sosterrà le iniziative a scopo pedagogico della scuola dell’infanzia con laboratori, giochi e divertimenti che spingano i bambini a imparare svagandosi. Saranno anche promossi incontri con la scuola elementare per i più grandicelli che si accingono a varcare la soglia della prima classe. Nell’arco dell’estate sono previsti appuntamenti musicali: in giugno la Festa della musica, in luglio una serata jazz, in agosto un altro concerto con genere da definire. In settembre la CAN s’includerà nei festeggiamenti dell’anno di Dante, presentando la mostra “La Divina Commedia nella filatelia tematica”. In autunno si darà spazio al progetto “Ancarano, storia, toponomastica e identità” e inoltre saranno organizzate l’ora della fiaba e altri appuntamenti legati al periodo natalizio. Sono allo studio iniziative come Europa Donna- prevenzione del tumore al seno, una serata cinematografica con la visione del film su Luisa Spagnoli e un recital di poesie grazie alla collaborazione dei poeti Edelman Jurinčič e Martina Dagostini. Di rilievo ancora le lettere d’intenti per avviare il gemellaggio con il Comune abruzzese di Ancarano e per rilanciare i contatti con Ferrara, già Comune gemellato con Capodistria. “Ovviamente tutto dipenderà dall’andamento della pandemia, che speriamo rientri il prima possibile e ci consenta di lavorare tranquillamente”, è stato l’auspicio finale della presidente Linda Rotter.

Uno dei laboratori per bambini organizzati prima della pandemia

Facebook Commenti