Zona Preluca. Grandi progetti in… sala d’attesa

0
Zona Preluca. Grandi progetti in… sala d’attesa

Anche nei mesi freddi, alle prime luci dell’alba, non è raro vedere dei temerari sfrecciare con il windsurf. Siamo a Preluca, lì dove il mare Adriatico va a insinuarsi più profondamente nel continente e dove c’è quasi sempre vento sufficiente per praticare questa specialità della vela. Dalla vicina Slovenia arriva il vento, ma anche gli amanti di questo sport, come dei pendolari, soprattutto d’estate. A Preluca, inoltre, termina il territorio amministrativo di Fiume, un’area preziosa per la quale ci sono progetti ambiziosi, non soltanto in funzione del windsurf.

L’area di Preluca cambierà fisionomia

Lo scorso anno qualcosa è stato fatto, dopo tanto tempo, per dare un’immagine a una zona trascurata. Ci riferiamo all’ex autocampeggio, dove c’erano una ventina di roulotte abbandonate e rifiuti di ogni sorta, in mezzo alla vegetazione che si era riappropriata dell’area. Sono state spese 130.000 kune per un’operazione che ha cambiato drasticamente, in meglio, l’aspetto della costa. Quando si parla di costa, si parla di demanio marittimo al quale sono legate, inevitabilmente, molte questioni amministrative, licenze, concessioni e altro. Risolta la parte burocratica, con la delibera del Ministero del Mare, dei Trasporti e delle Infrastrutture, è stato possibile smantellare ciò che è rimasto del campeggio. Al suo interno, prima della stagione balneare, non c’erano più rifiuti e anche l’erba si presentava tosata e le sterpaglie eliminate per sgombrare le vie d’accesso alle spiagge. Quest’anno sono previste ulteriori 200.000 kune per la manutenzione e altri interventi. Lo scorso anno una parte dell’ex autocampeggio veniva utilizzata come parcheggio improvvisato, senz’ordine e regole. Tra le altre cose, quindi, verrà impedito l’accesso alle auto e chi era abituato a parcheggiare a pochi metri dalla spiaggia, dovrà fare qualche passo in più.

L’ex autocampeggio si presenta oggi privo delle vecchie roulotte

Strutture alberghiere, marina…

I documenti di pianificazione del territorio come il Piano urbanistico generale, assegnano all’area dell’ex campeggio una funzione pubblica legata tassativamente a contenuti sportivi e ricreativi. Il Piano generale consente l’allestimento di contenuti in funzione delle attività sportive, cioè piccole strutture per il noleggio e punti di ristoro. Ora ci sono tutti i presupposti, tecnici e cartacei, per l’assegnazione delle concessioni per lo svolgimento di attività imprenditoriali sul demanio marittimo. Di questa materia si deve occupare la Regione litoraneo-montana.

La struttura è in attesa di tempi migliori

I progetti più ambiziosi, che richiederanno tempi di realizzazione decisamente più lunghi, riguardano la vasta area a Nord rispetto alla strada statale, dove si prevede la costruzione di strutture albeghiere con 400 posti letto su un’area di 65.500 m² in cui incorporare tutta una serie di contenuti, tra sala congressi, spazi per teatro e concerti, al coperto e all’aperto, piscine e parcheggi per 1.000-2.000 auto. In piano anche un marina per 80-120 posti barca su una superficie di 24.500 m², mentre 15.000 m² sono riservati alla balneazione, ossia alle spiagge.

Anche le spiagge della zona verranno riassettate

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display