Zara. Porto e aeroporto gli assi nella manica

Il capoluogo della Dalmazia settentrionale è ormai capofila nel settore dei collegamenti

Nel Porto di Gaženica ora approdano anche i traghetti che fanno la spola tra la terraferma e le isole antistanti Zara. Foto Goran Zikovic

Chi l’avrebbe mai pensato che dopo il conflitto degli anni Novanta, con il fronte praticamente a due passi dalla città, Zara sarebbe rinata così in fretta. Al punto da diventare non soltanto una destinazione turistica di primo piano, ma anche uno snodo sempre più importante soprattutto nel campo dei collegamenti, sia aerei che marittimi. Lo Stato certamente non ha lesinato quattrini nella Dalmazia settentrionale e gli esponenti politici zaratini, da parte loro, sicuramente sono stati bravi ad attirare l’attenzione delle autorità centrali. Ma anche sul campo non sono mancate le iniziative e le idee, oltre che l’intraprendenza imprenditoriale. Perché i quattrini a volte non bastano, se manca un’idea guida su quello che si vuole fare e ottenere. E a Zara l’immaginazione non latita: la visione del futuro è chiara.

Il terminal dell’aeroporto di Zara anche quest’estate è stato preso d’assalto dai passeggeri di tutto il mondo. Foto Goran ZIkovic

Guardiamo all’aeroporto di Zemunik: quest’anno è tra i cinque migliori in Europa per aumento del traffico. E questo per un aeroporto regionale non è sicuramente poca cosa. Segno che è stato fatto tutto il necessario per il rilancio dello scalo aereo. Ma è soprattutto il nuovissimo Porto di Gaženica, situato a meridione del centro storico, il vero fiore all’occhiello di Zara, il suo asso nella manica per lo sviluppo futuro. Lo scalo ora accoglie i traghetti che fanno la spola per le isole e quindi il traffico di transito che finora intasava la riva del centro urbano. Ma qui c’è spazio per tutti, per i pescherecci, ma anche e soprattutto per le grandi navi da crociera e per i mercantili. Con Gaženica, collegata direttamente alla rete autostradale dalmata e da qui alla Croazia settentrionale e all’Europa, Zara punta a divenire uno degli scali più importanti dell’Adriatico orientale, in grado magari d’impensierire le ben più quotate, almeno finora, Fiume e Spalato. Ma sono in particolare i cruiser a fare gola…

Facebook Commenti