Zara. Grida: “Qui siamo in Serbia”. Arrestato

Una spiaggia di Posedarje, a circa 30 km da Zara. Foto Zeljko Mrsic/PIXSELL

Un uomo di 36 anni è stato tratto agli arrestati e condannato a 8 giorni di prigione dopo essersi messo a gridare “Qui siamo in Serbia” e a insultare i croati. L’incidente è avvenuto giovedì scorso su una spiaggia di Possedaria (Posedarje), a circa 30 km da Zara. L’uomo, che ha insultato pure gli agenti che lo hanno avvicinato, sarebbe una vecchia conoscenza della Polizia di Knin, che in passato lo avrebbe già denunciato per reati legati all’insofferenza su base etnica. In questo caso, il 36.enne, che avrebbe agito sotto l’effetto dell’alcol, dovrà rispondere dei reati d’ingiuria e di offesa a pubblico ufficiale. Inoltre è stato accusato di aver violato la Legge sulla lotta alla discriminazione.

Facebook Commenti