Voto. Rispettare il bilinguismo

Avvisi a Sissano. L’Unione Italiana si rivolge alla Commissione elettorale nazionale

Il documento della Commissione elettorale solo in lingua croata apparso a Sissano

Il rispetto del bilinguismo, quando si tratta delle elezioni politiche, a volte è un optional anche laddove tutti i dettami statutari lo prevedono sul territorio. Come nel caso di Sissano. Il presidente della locale Comunità degli Italiani, Paolo Demarin, ha pertanto richiesto l’immediato intervento da parte dell’Unione Italiana presso le competenti autorità, in questo caso quelle preposte all’organizzazione delle elezioni politiche di domenica prossima, per garantire il rispetto del bilinguismo. In particolare, ha sottolineato Paolo Demarin, si richiede l’attuazione del diritto anche alla dicitura in lingua italiana per quanto concerne la pubblicazione degli avvisi e delle indicazioni della Commissione elettorale in merito alle elezioni politiche del 5 luglio prossimo. Che il rispetto del bilinguismo si faccia desiderare lo conferma anche l’avviso apparso a Sissano, che pubblichiamo a lato.
L’Unione Italiana non è rimasta di certo inerte all’appello lanciato da Paolo Demarin e – come ci ha confermato il presidente della Giunta esecutiva dell’UI, Marin Corva – si è rivolta subito alla DIP, ovvero alla Commissione elettorale nazionale chiedendo il suo intervento per garantire il rispetto del bilinguismo. A firmare la missiva inoltrata alla DIP sono stati il presidente dell’Unione Italiana, Maurizio Tremul e il presidente della Giunta esecutiva dell’UI, Marin Corva.

Facebook Commenti