Voto in Croazia. Ecco le misure epidemiologiche per le commissioni elettorali

Le Parlamentari sono fissate per il 5 luglio

Un membro della commissione elettorale Foto Dusko Jaramaz/PIXSELL

Il 5 luglio prossimo in Croazia si svolgeranno le elezioni parlamentari. Si tratterà delle prime consultazioni dopo la pandemia da coronavirus, che alleggia tuttora sul mondo. Proprio per questo motivo l’Istituto nazionale per la salute pubblica (Hzjz) ha deciso di pubblicare le raccomandazioni a cui dovranno attenersi i membri delle commissioni elettorali, circa 8mila persone.
Innanzitutto bisogna rispettare la distanza sociale di un metro e mezzo e indossare le mascherine negli spazi chiusi. Poi i luoghi chiusi “vanno arieggiati in modo frequente, evitando se possibile di usare la ventilazione artificiale”, ossia i condizionatori d’aria i cui filtri “devono essere spesso puliti”.
“È importante pulire i tavoli, le maniglie e gli interruttori”, si legge nelle linee guida dell’Hzjz, che “devono essere disinfettati all’inizio e alla fine dell’orario di lavoro e almeno ancora una volta durante la giornata lavorativa”. Dove possibile, l’Istituto consiglia pure l’installazione dei divisori in plexiglass. Infine, prima di recarsi al lavoro, i membri delle commissioni elettorali devono misurare la febbre e se supera i 37,2 hanno l’obbligo di rimanere a casa.

Facebook Commenti