Una settimana di stragi sulle strade croate: 10 vittime

L'incidente di Dugopolje, dove una persona ha perso la vita. Foto Ivo Cagalj/PIXSELL

È una settimana di sangue sulle strade croate. Sarà un caso, ma con l’arrivo del freddo si sono verificati degli incidenti stradali terribili, che sono costati la vita a ben dieci persone. L’ultimo in ordine di tempo si è verificato sabato a Sinj, nell’entroterra dalmata, dove un uomo è morto dopo che la sua vettura è andata a sbattere contro un camion.
Ma la giornata peggiore è stata mercoledì quando a Dugopolje, alle spalle di Spalato, un’automobile è uscita di strada, andando a sbattere contro il guard-rail. A quel punto la Renault Clio è cappottata causando la morte di una persona.
Lo stesso giorno qualche chilometro più a nord, ossia nei pressi di Sebenico, un conducente ha perso il controllo della propria vettura, che è uscita fuori strada andando a sbattere contro un albero che ha letteralmente tagliato a metà l’auto. L’automobilista è morto sul colpo.

Nello scontro frontale tra due auto nel Međimurje sono morte tre persone. Foto Vjeran Zganec Rogulja/PIXSELL

Nel Međimurje, nella parte nord-orientale del Paese, ben tre persone hanno perso la vita in un incidente stradale, mentre altre due sono rimaste gravemente feriti. Il sinistro si è verificato verso le 12.30 su una strada statale, quando due automobili si sono scontrate frontalmente. L’impatto è stato così violento che due giovani, un 22.enne e una 23.enne, sono morti all’interno della stessa auto, mentre nell’altra vettura a perdere la vita è stata una donna che è spirata durante il tragitto verso l’ospedale.
Sempre mercoledì a Marindvod, vicino a Požega, nella parte orientale della Croazia, un uomo è stato investito mentre stava passeggiando con il cane. La vittima si trovava sul ciglio della strada quando una Citroen Saxo gli è piombata addosso.
Nella notte tra mercoledì e giovedì un grave incidente stradale si è verificato nel villaggio di Runovići, nella Regione di Spalato e della Dalmazia, dove un giovane senza patente ha perso il controllo di una VW Golf, che è uscita di strada, portandosi via la vita di un 16.enne. Un suo coetaneo e un 17.enne sono rimasti gravemente feriti, mentre un 15.enne e un 17.enne se la sono cavata con ferite guaribili in pochi giorni.

Il tachimetro dell’Alfa Romeo in cui due giovani hanno perso la vita. Foto Ivica Galovic/PIXSELL

Giovedì sera, invece, in Slavonia un’altra tragedia ha coinvolto persone giovani. In questo caso è stata la velocità a far sbandare un’auto guidata da un 21.enne, che ha perso la vita assieme a un 18.enne che gli si trovava a fianco. Gli altri due occupanti di un’Alfa Romeo, un 16.enne e un 19.enne, hanno subito gravi feriti e sono stati ricoverati in ospedale. L’auto dopo aver sbattuto contro il muro di una casa è risultata praticamente irriconoscibile.

Facebook Commenti