Una «Settimana di degno riposo»

Il turismo «scontato» al 50 p.c. piace agli escursionisti. Solo ai Laghi di Plitvice venduti 30mila biglietti

Una veduta aerea sui Laghi di Plitvice. Foto Borna Filic/PIXSELL

La prima edizione della “Settimana di degno riposo” (Tjedan odmora vrijedan), organizzata dal Ministero del Turismo e dello Sport in collaborazione con l’Ente croato per il turismo (HTZ), si è svolta dal 16 al 25 ottobre. Viene considerata un successo, perché sono giunte oltre 400 offerte da tutta la Croazia, a prezzi scontati del 50 per cento e vi hanno preso parte moltissimi turisti nostrani e stranieri.
Nel comunicato congiunto del dicastero e dell’HTZ, il ministro del Turismo e dello Sport, Nikolina Brnjac (confinata a casa dopo aver contratto il Covid-19, nda), ha ringraziato tutti coloro che hanno aderito all’azione, sia gli operatori turistici, sia gli ospiti che hanno confermato le prenotazioni ed esplorato le ricchezze culturali, naturali, gastronomiche, della Croazia. “Mi rallegra la grande adesione dei visitatori dei Parchi naturali e nazionali, il che significa che tutti desideriamo stare all’aria aperta e svolgere attività fisiche. Offerte come queste hanno un grande valore”, ha affermato il ministro esprimendo la propria soddisfazione, condivisa pure a Kristjan Staničić, direttore dell’HTZ. Nel constatare che i turisti hanno colto la palla al balzo, approfittando dell’offerta per esplorare la Croazia a prezzi modici, ha voluto ringraziare chi ha messo in atto tali offerte, ovvero gli operatori turistici. “Siamo consapevoli del momento difficile in cui è stato dato il via al progetto, ma le numerose reazioni positive testimoniano del suo successo”, ha constatato Staničić, annunciando che in futuro quest’offerta promozionale verrà attuata due volte all’anno, in primavera e in autunno, allo scopo da rafforzare l’offerta turistica anche nella bassa stagione.

Tra i numerosi operatori del settore che hanno aderito all’azione, sia il Ministero, sia l’Ente turismo, hanno messo al primo posto i Parchi naturali e nazionali, soprattutto quello di Plitvice, il quale ha offerto i biglietti d’entrata a 50 kune e che nei 10 giorni in questione è stato visitato da quasi 30mila persone. Un successo nello stesso lasso di tempo è stato registrato anche dal Parco nazionale della Krka, con 2.700 visitatori, nonché dal Parco nazionale del Velebit settentrionale, con più di 500 biglietti venduti. Un incremento notevole è stato registrato pure dall’Acquario d’acqua dolce “Aquatika” di Karlovac, visitato da 1.500 persone, cioè tre volte più numerose del solito per questo periodo dell’anno.
La pagina Internet della “Settimana di degno riposo” è stata visitata da circa 150mila persone, le quali vi hanno trascorso al minimo tre minuti per studiare le varie offerte. A farlo sono stati soprattutto i residenti nella capitale, ma anche della Regione di Spalato e della Dalmazia, di quella litoraneo-montana e dell’Istria. Nel comunicato congiunto si rileva che a queste persone sarà proposto di aderire all’inchiesta inerente all’azione appena conclusa, allo scopo di poter migliorare il progetto da offrire in futuro.
Per ciò che concerne l’arrivo e pernottamento dei turisti, dai dati dell’eVisitor inerenti al periodo dal 16 al 25 ottobre, risulta che 63mila turisti si sono fermati per quasi 220mila notti. Di essi, 34mila erano nostrani, i quali hanno effettuato 81mila pernottamenti.
Sia il Ministero, sia l’Ente turismo, non hanno voluto confrontare i dati dell’azione con lo stesso periodo dell’anno scorso, sia per la pandemia in corso, sia perché l’azione si è svolta per la prima volta.

Facebook Commenti