Un mese di carcere preventivo ai genitori della bimba ricoverata

La madre della piccola all'arrivo al Tribunale conteale di Slavonski Brod. Foto: Ivica Galovic/PIXSELL

Un mese di carcere preventivo è stato predisposto dal giudice del Tribunale conteale di Slavonski Brod nei confronti dei genitori della bimba di 2 anni e mezzo che ieri l’altro era stata ricoverata d’urgenza all’ospedale pediatrico di via Klaić a Zagabria con la testa fracassata. La bambina, le cui condizioni di salute permangono critiche, è stata sottoposta ad un delicato intervent chirurgico. La piccola era stata trasferita nella capitale croata giovedì pomeriggio proveniente da Nova Gradiška con ferite multiple alla testa ma anche con numerosi lividi su tutto il corpo. I genitori della bimba (la madre è la prima indagat) hanno confessato in parte i reati imputati loro. Si tratta soprattutto di reati riguardanti la violazione dei diritti dei bamnini e quello di lesioni gravi. Intanto è stato destituito il direttore del Centro per l’assistenza sociale di Nova Gradiška Branko Medunić per non aver seguito adeguatamente il caso della bimba di 2 anni e mezzo nonostante fosse a conoscenza dei problemi e delle difficoltà ai quali andava incontro. La bambina, subito dopo la nascita, era stata affidata ad un’altra famiglia perché “la coppia non era sposata e le condizioni di vita non erano soddisfacenti”, avevano spiegato dal Centro per
l’assistenza sociale di Nova Gradiška. Nel frattempo l’uomo e la donna, che avevano avuto altri due figli, si erano sposati e avevano messo su casa. Per questo motivo il Centro aveva deciso di tornare la bambina ai genitori biologici.

Facebook Commenti