Tutti in classe. Ecco la scuola (CNI compresa) post-Covid

Lunedì 25 maggio segna il rientro nelle aule per gli alunni dalla prima alla quarta elementare

Foto Goran Zikovic

Oggi, lunedì 25 maggio, è ripartita ufficialmente la scuola per gli alunni dalla prima alla quarta classe delle elementari. Ancora è troppo presto per capire quanti ragazzi si siano presentati in aula, però dalle prime informazioni si può dedurre che negli istituti scolastici alcuni classi sono al completo, mentre altre sono rimaste completamente vuote.
La paura del coronavirus, a detta del ministro dell’Istruzione Blaženka Divjak, “sarà accettata come scusante ancora questa settimana”, poi dalla prossima “i genitori e gli alunni che non vorranno presentarsi in aula, dovranno recarsi dal medico e ottenere la giustificazione”.
Ai genitori, inoltre, è stato chiesto di misurare la febbre ai bambini prima di recarsi a scuola, anche se davanti ad alcuni scolastici croati alcune maestre sono state minute del termometro scanner per misurare la febbre agli alunni prima di lasciarli entrare in classe.
Ivana Pavić Šimetin, vicedirettore dell’Istituto nazionale per la salute pubblica, parlando stamattina ai microfoni della Radio croata, ha ribadito che gli asili e le scuole “sono luoghi sicuri”. “Con l’allentamento delle misure, ormai tutti noi siamo in contatto con gli amici, con i colleghi di lavoro. Perciò, andare a scuola è sicuro come restare a casa on in qualsiasi altro luogo”. Pavić Šimetin ha ribadito che il coronavirus “non circola quasi più in Croazia e, quindi, invito tutti i genitori a mandare i loro bambini a scuola”.
Scuole CNI
Per quanto riguarda le scuole CNI di Fiume, alla Dolac la scorsa settimana c’erano solo 5 alunni, oggi invece sono rientrati 102 dei 166 iscritti. Alla Belvedere, invece, sono rientrati in classe 14 bambini in meno del totale. Alla Gelsi sono state registrate alcune classi piene, altre invece con la metà degli alunni, mentre in alcune si è presentato soltatno un terzo degli alunni. Alla San Nicolò, infine, tredici alunni in meno del totale degli iscritti, ovvero 99 bambini, hanno ripreso i loro posti in aula.
A Pola, alla Giuseppina Martinuzzi, sono tornati 125 allievi su 181 che frequentano le classi inferiori dalla I alla IV. Nelle prime e seconde sono rientrati quasi tutti. Mancano forse uno o due alunni per classe, mentre nelle III e IV classi il rientro è stato molto inferiore. Dopo oltre due mesi di totale chiusura, ha riaperto pure la scuola elementare di Dignano. Su 164 alunni che frequentano le classi inferiori ne sono tornati circa un’ottantina. Tra questi vi sono 13 alunni dei 26 che frequentano le prime quattro classi della sezione italiana.

Facebook Commenti