Tutela ambientale. Greenpeace loda Parenzo

Dal 2013 una trentina i progetti di efficienza energetica

Una panoramica della città con in primo piano la riva e il marina. Foto Ivo Vidotto

Le indagini realizzate nell’ambito del “Resoconto sullo stato attuale degli indici climatici nel territorio della Città di Parenzo”, indicano chiaramente un surriscaldamento ambientale sia a livello stagionale che annuale. Le piogge sono sempre meno frequenti, con lunghi periodi di siccità e tutto fa pensare a un’intensificazione delle ondate di calore, accompagnate da manifestazioni temporalesche estreme. Le stagioni estive future, lo dicono gli esperti, saranno sempre più calde e secche, gli inverni sempre più umidi. I settori che ne risentiranno di più saranno il turismo, la salute, l’approvvigionamento idrico, gli ecosistemi, la pianificazione ambientale e la gestione della fascia costiera.
Perciò Parenzo ha incoraggiato le misure tese ad alleviare questi mutamenti. Dal 2013 sono stati promossi una trentina di progetti di efficienza energetica, sviluppo sostenibile, mobilità ecologica e tutela ambientale, indirizzati in primo luogo verso la riduzione emissiva di gas ad effetto serra, diminuiti del 4%. Le strategie approvate tendono a una sua riduzione del 40% entro il 2030. Particolarmente efficienti i pannelli solari introdotti sui tetti degli edifici pubblici, che producono 600.000 kWh di energia elettrica verde.
Una città all’avanguardia
Parenzo è stata la prima realtà regionale istriana a introdurre le stazioni di ricarica pubblica per i veicoli elettrici, e oggi ne dispone di sette. Inoltre, investe continuamente nel rinnovo energetico degli edifici pubblici, dotandoli di pannelli fotovoltaici. Con particolare attenzione, si sta intervenendo agli edifici pubblici tutelati. Ne è un esempio la sede dell’asilo “Radost”, la cui riqualificazione energetica dovrebbe concludersi entro la fine del mese.
La mobilità verde caratterizza il parco macchine municipale nella misura del 22% e tra poco aumenterà con l’aggiunta di un altro veicolo ecologico per le necessità del servizio d’ordine comunale. Parenzo sarà a breve la prima città in Croazia a servirsi di un minibus elettrico pubblico. La Città dispone anche di panchine intelligenti con ricariche ecologiche.
Riconoscimenti «verdi»
Questo impegno ecologico parentino è stato premiato a livello nazionale con il titolo di Città smart nelle categorie dell’energetica e dell’ambiente, negli anni 2017 e 2018, e per Greenpeace è la realtà adriatica più attiva in quanto a tutela ecologica.
Parenzo tende dunque a guardare con un’ottica diversa la problematica dei mutamenti ambientali, al fine di prevenirne le conseguenze. Perciò nel 2016 ha aderito al Nuovo accordo integrato dei sindaci per il clima e l’energia, impegnandosi ad aumentare la sua azione. Da qui l’elaborazione, nel 2018, della “Valutazione di vulnerabilità e del rischio dei settori di particolare importanza per la Città di Parenzo” e della “Strategia di adattamento ai mutamenti climatici della Città di Parenzo”, nel 2019.
La riduzione della vulnerabilità ai cambiamenti climatici è un percorso molto impegnativo ed incerto, ma a lungo andare è possibile raggiungere un elevato grado di adattamento a essi. E questo è ciò che Parenzo vuole raggiungere, garantendo ai suoi cittadini degli elevati standard di vita anche nell’ambito della mitigazione e dell’adattamento ai cambiamenti climatici.

Facebook Commenti